Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 28 NOVEMBRE 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Nessun beneficio dai corticosteroidi per la semplice orticaria acuta

di Anne Harding

I corticosteroidi non servono ai pazienti che si presentano al pronto soccorso con orticaria acuta, per il trattamento della quale sarebbe sufficiente la terapia antistaminica. Lo studio su Annals of Emergency Medicine

10 MAG - (Reuters Health) - L'aggiunta di un corticosteroide alla terapia antistaminica per una semplice orticaria acuta sembrerebbe essere inutile. Il sollievo da prurito e rash cutanei, infatti, sono similari, con o senza corticosteroidi. Ad affermarlo Dominique Lauque, del Centre Hospitalier Universitaire a Tolosa, Francia, coautrice dello studio pubblicato negli Annals of Emergency Medicine. Diverse linee guida raccomandano l’uso di corticosteroidi per accelerare la scomparsa dei sintomi dell'orticaria acuta, ma la base scientifica sulla quale si fonda questa prassi sembrerebbe essere piuttosto esigua.
 
"Nonostante le prove che gli antistaminici H1 di seconda generazione trattino l'orticaria acuta senza provocare effetti dannosi, molti medici ritengono che i corticosteroidi siano ancora il trattamento più efficace per ottenere un rapido sollievo dai sintomi - afferma la ricercatrice - I medici di emergenza sono preoccupati dal fatto che i pazienti peggiorino dopo la dimissione e ritornino al pronto soccorso con sintomi più gravi o anafilassi, ma l'anafilassi è rara in questi pazienti”.

Lo studio
Per studiare se la somministrazione di prednisone migliori l'efficacia della terapia antistaminica, Lauque e suoi colleghi hanno somministrato in modo randomizzato a 100 pazienti levocetirizina (5 mg per via orale per cinque giorni) aggiungendo per quattro giorni 40 mg di prednisone orale o placebo. Due giorni dopo la visita al pronto soccorso, il 62% dei pazienti trattati con prednisone presentava un itch score di 0, rispetto al 76% del gruppo che aveva assunto placebo.
 
Le ricadute si sono verificate nel 30% dei pazienti trattati con prednisone e nel 24% di quelli ai quali era stato somministrato placebo. “Sulla base dei risultati - afferma la ricercatrice - i corticosteroidi non devono essere raccomandati per l'orticaria acuta semplice non complicata da angioedema o altro segno di anafilassi. La gestione dell'orticaria acuta può essere limitata al trattamento sintomatico con antistaminici H1. I casi refrattari devono essere valutati da un dermatologo o da un allergologo per indagini e accertamenti diagnostici".

Ann Emerg Med 2017

Anne Harding


(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

10 maggio 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy