Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 06 GIUGNO 2023
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Covid. Oms: “Nell’ultima settimana 7 milioni di casi e 22mila morti. Misure di contrasto abbandonate troppo presto e una nuova variante potrebbe trovarci disarmati”


I nuovi casi (- 24%) e decessi (- 18%) sono sì in calo in tutto il mondo ma tra le cause della discesa c’è anche il progressivo abbandono dei test in molti paesi. E in ogni caso, anche se in diminuzione, l‘Oms avverte che il Covid continua ad avere una forte trasmissione e a causare molti morti soprattutto tra le popolazioni a rischio non vaccinate. Italia al 5° posto nel Mondo per nuovi contagi. Gli Usa al primo posto per numero di morti.  IL REPORT.

15 APR -

Nonostante una riduzione dei test SARS-CoV-2 osservata dall'inizio del 2022 in molti Stati membri, il COVID-19 la pandemia continua con un'intensa trasmissione e alti livelli di morte principalmente tra le popolazioni a rischio non vaccinate.

Tuttavia molti paesi hanno abbandonato la maggior parte delle misure di prevenzione e contenimento dei contagi in modo troppo repentino e senza gradualità con il rischio di trovarsi disarmati dinanzi a una nuova impennata di casi o di una variante preoccupante.

A lanciare quest’allarme è nuovamente l’Oms nel suo bollettino settimanale di monitoraggio della pandemia a livello mondiale che pur segnalando una progressiva diminuzione dei nuovi casi per la terza settimana consecutiva, segnala comunque (settimana 4-10 aprile) oltre 7 milioni di nuovi casi (- 24%) e più di 22.000 decessi (- 18%).

Ma, avverte l’Oms queste tendenze dovrebbero essere interpretate con cautela poiché diversi paesi stanno progressivamente cambiando le loro strategie di testing, determinando un minor numero complessivo di test eseguiti e di conseguenza un minor numero di casi rilevati attraverso lo screening.

Record di nuovi in Corea del Sud, Germania, Francia, Vietnam e Italia. A livello nazionale, il numero più alto di nuovi casi settimanali è stato segnalato dalla Repubblica di Corea (1.459.454 nuovi casi comunque in diminuzione del 29% rispetto alla settimana precedente), Germania (1.019.649 nuovi casi, anche qui in diminuzione del 26%), Francia (927.073 nuovi casi con un calo del 3%), Vietnam (453.647 nuovi casi, con una diminuzione del 43%) e Italia (447.322 nuovi casi in calo dell’8%).

Negli Usa il più alto numero di decessi. Il numero più alto di nuovi decessi settimanali è stato segnalato dagli Stati Uniti d'America (3.682 nuovi decessi, in calo del 9%), Repubblica di Corea (2.186 nuovi decessi, con un calo del 6%), Federazione Russa (2.008 nuovi decessi, con una diminuzione del 15%), Germania (1.686 nuovi decessi con un aumento del 6%) e Brasile (1.120 nuovi decessi con un calo del 22%).

Focus sulla Regione europea dell’Oms: 3,5 milioni di nuovi casi nell’ultima settimana e quasi 10mila morti. Nella Regione Europea, i nuovi casi settimanali hanno continuato a diminuire per la terza settimana consecutiva dopo l'aumento osservato a metà marzo 2022, con oltre 3,5 milioni di nuovi casi segnalati, con un decremento del 26% rispetto alla settimana precedente.

Nessuno dei paesi della Regione ha riportato aumenti di nuovi  casi del 20% o più. È stato segnalato il numero più alto di nuovi casi dalla Germania (1.019.649 nuovi casi pari  1226,0 nuovi casi ogni 100 000 abitanti con un calo del 26%), Francia (927.073 nuovi casi pari a 1425,4 nuovi casi ogni 100 000 abitanti con una diminuzione del 3%) e Italia (447.322 nuovi casi pari a 750,0 nuovi casi ogni 100.000 abitanti in diminuzione dell’8%).

Anche il numero di nuovi decessi settimanali ha continuato a diminuire nella Regione, con oltre 9.900 nuovi decessi segnalati, una diminuzione del 16% rispetto alla settimana precedente.

È stato segnalato il numero più alto di nuovi decessi dalla Federazione Russa (2.008 nuovi decessi pari a 1,4 nuovi decessi ogni 100 000 con un decremento del 15%), Germania (1.686 nuovi decessi pari a 2,0 nuovi decessi ogni 100.000 con un incremento del 6%) e il Regno Unito (1.026 nuovi decessi pari a 1,5 nuovi decessi ogni 100.000 con una diminuzione del 35%).



15 aprile 2022
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy