Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 12 APRILE 2021
Friuli Venezia Giulia
segui quotidianosanita.it

Covid. Polemiche tra medici di medicina generale e ospedalieri. Gli Omceo regionali richiamano al senso di responsabilità

Il coordinamento degli Ordini regionali dei medici interviene sulle polemiche in merito al mancato coinvolgimento dei medici di medicina generale nella campagna vaccinale anticovid. “Tutti quelli che sono in grado di dare una mano, la devono dare senza se e senza ma. Il fine ultimo è la salute dei cittadini”, evidenzia Guido Lucchini, presidente del coordinamento, che chiede a tutti di “andare oltre le recenti discussioni, che non fanno bene alla categoria e disorientano il cittadino, aggravando ancora di più la già nota incertezza sulla bontà dei vaccini”.

12 MAR - I quattro Ordini dei Medicaci Chirurghi e Odontoiatri (Pordenone, Trieste, Udine e Gorizia) fanno sentire la propria voce sulla recente polemica tra medici di medicina generale e medici ospedalieri in merita al mancato coinvolgimento dei medici del territorio alla campagna vaccinale anti Covid. Lo anno attraverso il neo presidente della Federazione regionale degli Ordini medici, Guido Lucchini. “In Italia abbiamo da poco superato cento mila morti e l’unica arma che abbiamo rimane il vaccino. Mi rivolgo perciò a tutti gli iscritti dei quattro Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Regione affinché tengano presente gli obiettivi comuni dando la loro disponibilità, per quanto possibile, a che la campagna vaccinale si concluda nella maniera più efficace e che non significa solo fare presto, ma soprattutto fare bene”, dice Lucchini.

Ill neo presidente di Fromceo FVG richiama dunque alla responsabilità. “Ritengo che una situazione pandemica così pesante e grave come quella che stiamo vivendo non ci sia mai stata. In Italia abbiamo da poco superato cento mila morti e l’unica arma che abbiamo rimane il vaccino. Mi rivolgo perciò a tutti gli iscritti dei quattro Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Regione affinché tengano presente gli obiettivi comuni dando la loro disponibilità, per quanto possibile, a che la campagna vaccinale si concluda nella maniera più efficace e che non significa solo fare presto, ma soprattutto fare bene”.


Attualmente, ricorda il neo presidente Fromceo FVG, si è vista la disponibilità e la presenza di tutte le categorie degli medici, compresi quelli in formazione specialistica e i colleghi pensionati che, spontaneamente, si sono messi a disposizione del paese. “E ‘questa l’attitudine giusta – dice Lucchini – tutti quelli che sono in grado di dare una mano, la devono dare senza se e senza ma e, soprattutto, senza guardare né a destra o sinistra, anche perché, fra poco, ci sarà la più grande vaccinazione di massa della storia”.

“Tanto anticipato, è dovere di questa Federazione che rappresenta tutti i medici iscritti agli Ordini di questa Regione - sottolinea il presidente Fromceo – che il fine ultimo è, e deve essere, la salute dei nostri cittadini e pazienti cercando di andare oltre alle recenti discussioni, che sicuramente non fanno bene a nessuno della categoria ma anzi servono a disorientare il cittadino, aggravando ancora di più la già nota incertezza sulla bontà dei vaccini”.

Endrius Salvalaggio

12 marzo 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Friuli Venezia Giulia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy