Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 22 OTTOBRE 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Remunerazione farmacie. Balduzzi: “Niente decreto se non c'è accordo con la filiera”


Il ministro della Salute lo ha detto oggi alla convention di Federfarma. Tuttavia il decreto è già all'attenzione della Stato Regioni. Balduzzi: “Giuridicamente potremmo andare avanti, ma su un provvedimento così importante non si può procedere per decreto, deve essere condiviso”.

06 FEB - C’è ancora disaccordo tra il ministero della Salute e dell’Economia e la filiera distributiva del farmaco rappresentanta da farmacisti e grossisti per quanto riguarda il nuovo sistema di remunerazione. Bocciato l’accordo dello scorso ottobre, il ministero della Salute ha infatti presentato una nuova proposta che però alla filiera non piace affatto. Tuttavia, i farmacisti possono tirare un sospiro di sollievo. Lo spazio per il confronto, infatti, è ancora ampio. E l'accordo sarà approvato solo se condiviso. Lo ha assicurato il ministro della Salute, Renato Balduzzi, parlando davanti a oltre mille titolari di farmacia riuniti oggi a Roma per un faccia a faccia con i politici promosso da Federfarma in vista delle elezioni.

In particolare, sollecitato dalla presidente di Federfarma Annarosa Racca sul destino della proposta che il ministero ha già inviato alla Regioni, Balduzzi ha assicurato che l’invio è legato a tempi tecnici ma che la discussione è ancora aperta e l’intenzione è quella di trovare una soluzione condivisa con la filiera. “Giuridicamente potremmo andare avanti, ma politicamente sarebbe inaccettabile. Su un provvedimento così importante non si può procedere per decreto. Deve essere condiviso”.


Il ministro ha comunque difeso la sua proposta, definendola “di equilibrio”, al contrario dell'accordo raggiunto con l'Aifa lo scorso ottobre e difeso dai farmacisti che però, ha spiegato Balduzzi, “non era praticabile dal punto di vista giuridico né da quello economico perché non assicurava l'invarianza dei saldi”.

Ma Balduzzi ha ribadito di essere alla ricerca di una soluzione condivisa. “Non vogliamo rinviare l’accordo alla  nuova Legislatura e al nuovo Governo. Abbiamo ancora 40 giorni utili e credo che sia responsabile lavorare insieme fino all'ultimo giorno”.
 

06 febbraio 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy