Quotidiano on line
di informazione sanitaria
08 DICEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Superamento Opg. De Filippo al Senato: “Gli internati sono 341, tre anni fa erano circa 2.000. Ma serve più impegno da Regioni su Rems”. Possibile il commissariamento

Così il sottosegretario alla Salute è intervenuto questa mattina in commissione Igiene e Sanità. Sottolineato come la mancata apertura delle strutture provvisorie in diverse Regioni abbia dato vita ad assegnazioni temporanee di pazienti fuori bacino, con ripercussioni sulla sicurezza delle strutture esistenti. Governo deciso a intervenire "in tutti i modi consentiti dalla legge per sopperire all’operato delle Regioni e delle amministrazioni che non rispetteranno gli adempimenti"

24 GIU - "Alla data del 22 giugno 2015, gli internati presenti nei sei Oog del territorio nazionale risultano 341: molto è stato quindi fatto, se si pensa che tre anni fa gli internati erano circa duemila". Lo ha sottolineato questa mattina il sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo, intervenendo in commissione Igiene e Sanità al Senato per fare il punto sull'esecuzione della normativa per il superamento degli Ospedali psichiatrici giudiziari.

De Filippo ha osservato che la prospettiva della legge 81 "non sembra ancora oggi di facile attuazione: appare necessaria in primo luogo una maturazione delle diverse istituzioni coinvolte in un campo delicatissimo, che richiede il bilanciamento di diritti essenziali di alcuni cittadini in situazione di infermità anche grave e la tutela della sicurezza collettiva. Chi ha voluto in questi mesi fare opera di allarmismo - ha sottolineato - ha determinato un indebito slittamento tra i due fuochi su un’ellisse che abbraccia, nell’intento del legislatore e prima ancora nel quadro delle garanzie costituzionali, due prospettive: la sicurezza dei cittadini e il benessere dei pazienti psichiatrici".

 
Il sottosegretario, nel corso della sua audizione, ha rilevato che le Rems sin qui attivate "non hanno sufficiente capacità ricettiva per accogliere i pazienti che devono essere trasferiti dagli Ospedali Psichiatrici Giudiziari verso le nuove strutture previste dalla legge, né sono in grado di accogliere i pazienti provenienti dalla libertà nei confronti dei quali l'Autorità Giudiziaria abbia disposto l'applicazione della misura di sicurezza detentiva: a seguito di comunicazioni del DAP, è emerso che le Rems di Pisticci (Basilicata), di Pontecorvo (Lazio per le donne internate), di Bologna e Parma (Emilia Romagna) hanno raggiunto la capienza massima. Inoltre, le Rems provvisorie di Castiglione delle Stiviere, che dovrebbero accogliere i pazienti residenti nella regione Lombardia e i pazienti residenti nella regione Liguria, accolgono ora pazienti residenti in altre Regioni, che non hanno ancora attivato nel loro territorio alcuna Rems. Peraltro, per i pazienti residenti nella regione Liguria i 10 posti letto, previsti dalla apposita Convenzione stipulata con la regione Lombardia, sono insufficienti per accogliere tutti i ricoverati, ancora ospitati negli OPG di Montelupo Fiorentino e di Napoli 'Secondigliano' Reparto Verde".
 
De Filippo ha inoltre riferito che il Ministero della Giustizia si è "più volte pronunciato nel senso di un incremento nella programmazione dei posti per le Rems sui vari territori regionali. Se i dati relativi ai nuovi ingressi si dovessero confermare e si dovesse confermare stabilmente l’incremento delle persone destinatarie di misure di sicurezza - soggiunge - sarà necessario aggiornare la programmazione delle Rems: questo per garantire gli standard essenziali di benessere e limitare al massimo gli spostamenti da una Regione all’altra, nel rispetto del principio di prossimità alle famiglie del luogo di cura e custodia".

La mancata apertura delle strutture provvisorie in diverse Regioni, ha costretto il DAP a realizzare assegnazioni temporanee fuori bacino di pazienti nell’ambito più prossimo e nelle Regioni più disponibili, quali la Lombardia e l’Emilia Romagna, per poi trasferirli di nuovo nella Regione di residenza. "Questo iter ha provocato delle difficoltà e ripercussioni sulla sicurezza delle strutture esistenti, in particolare per la Lombardia, che non potrà più accettare alcun paziente fuori bacino, avendo già la struttura di Castiglione superato di molto la propria capienza - ha spiegato -. Questa prassi deve essere quanto prima interrotta, per tutelare il benessere delle persone, che sarebbe gravemente compromesso da questi continui spostamenti: non è solo questione di budget, di cui pure ampiamente si discute, ma di garantire la riabilitazione e il reinserimento come opzione privilegiata, ove possibile".

Alla luce dei dati sullo stato di realizzazione delle Rems nelle singole Regioni, De Filippo ha auspicato un "accresciuto impegno delle amministrazioni regionali affinché sia garantita una maggiore corrispondenza tra quanto si deve realizzare e quanto è stato dichiarato e verbalizzato nelle numerose riunioni dell’Organismo di coordinamento".

Ribadita, infine, l'intenzione da parte del Governo di procedere "in tutti i modi consentiti dalla legge per sopperire all’operato delle Regioni e delle amministrazioni che non rispetteranno gli adempimenti connessi alla realizzazione delle Rems individuate sul territorio di competenza".
 
Dopo la relazione del sottosegretario si è aperto il dibattito:
Il senatore D'Abrosio Lettieri (CRi), ringraziato il Sottosegretario per l'apprezzabile relazione, chiede quali iniziative intenda assumere il Governo per stimolare la creazione degli organismi di coordinamento di livello regionale. Domanda, inoltre, rassicurazioni circa l'adeguatezza delle risorse finanziarie messe a disposizione delle Regioni per l'implementazione del processo di superamento degli OPG.

La senatrice Dirindin (PD), dopo aver espresso apprezzamento per la puntualità della relazione appena svolta, chiede di poter disporre di un quadro analitico delle erogazioni alle Regioni, sia in conto capitale che relative alla parte corrente, in relazione alle attività esecutive della normativa per il superamento degli OPG. Domanda, inoltre, se il Governo intenda, oltre che favorire la creazione di organismi di coordinamento di livello regionale, dare avvio alle procedure di commissariamento o comunque adottare altre misure per accompagnare le attività esecutive delle Regioni più in ritardo. Chiede, infine, informazioni più dettagliate sull'attuazione delle misure per il potenziamento dei dipartimenti di salute mentale e in tema di monitoraggio delle condizioni delle persone dimesse dagli OPG.

Il senatore Dalla Zuanna (PD), nell'associarsi alle espressioni di elogio per il Sottosegretario, chiede ulteriori informazioni sulle persone ancora ristrette all'interno dell'OPG di Castiglione delle Stiviere. Fa propria la richiesta di approfondimenti sulle problematiche gestionali della psichiatria territoriale ed esprime il convincimento che, ricorrendone i presupposti, si debba procedere con il commissariamento delle Regioni inadempienti (tra le quali è, in base alle informazioni fornite, annoverabile la regione Veneto).

La senatrice Maturani (PD), ringraziato a sua volta il Sottosegretario, rimarca la necessità di svolgere approfondimenti sulla condizione di sofferenza in cui versano i servizi psichiatrici territoriali.

La senatrice Silvestro (PD) osserva preliminarmente che dalla esaustiva relazione svolta dal Sottosegretario emerge l'impegno del Governo, pur tra molte difficoltà, per il superamento degli OPG. Fa presente che, da esponenti delle professioni sanitarie impegnate all'interno delle REMS, giungono segnalazioni in merito a un'utilizzazione talora impropria degli infermieri, per finalità di tipo custodiale: auspica, in proposito, che il Governo fornisca chiarimenti ed emani, ove necessario, una apposita direttiva.

La senatrice Granaiola (PD), dopo essersi unita alle espressioni di ringraziamento per il Sottosegretario, rileva che l'impegno profuso dal Governo non sempre trova riscontro nelle amministrazioni regionali. Ritiene condivisibili le richieste di maggiore attenzione per la riqualificazione dei dipartimenti di salute mentale, così come apprezzabile è, a suo avviso, l'intenzione di creare organismi di coordinamento di livello regionale. Conclude auspicando che il processo di superamento degli OPG sia completato con una opportuna revisione dell'impianto, ormai datato, del codice penale.

La senatrice Padua (PD) plaude alla relazione svolta dal Sottosegretario, notando come da essa risulti confermata la disomogeneità tra le diverse Regioni nell'eseguire, per quanto di propria competenza, gli adempimenti necessari alla presa in carico delle persone più fragili. Ritenendo cruciale il tema della psichiatria territoriale, auspica in proposito lo svolgimento di approfondimenti, anche attraverso l'avvio di apposite procedure informative.

La Presidente De Biasi (PD) fa rilevare che la proposta testé avanzata potrà formare oggetto di esame in sede di Ufficio di Presidenza.

La senatrice Simeoni (Misto), ringraziato a sua volta il Sottosegretario, chiede lumi in merito al personale sanitario da adibire alla REMS di Pontecorvo, auspicando il tempestivo completamento delle assunzioni e l'espletamento di un adeguato percorso formativo. Domanda, inoltre, un approfondimento sulla situazione del servizio psichiatrico ospedaliero della città di Latina, che le risulta versare in una condizione di criticità.

Stante l'imminente inizio della seduta dell'Assemblea, la Presdiente propone di rinviare il seguito dell'audizione alla giornata di domani, onde assicurare al Sottosegretario un tempo congruo per la replica.

24 giugno 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy