Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 26 MAGGIO 2016
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Superamento Opg. D'Ambrosio Lettieri (Cor): “Che fine hanno fatto le Rems? In Puglia nessuna traccia. Si rischiano sanzioni”

Il ministero della Salute ha inviato una lettera alle Regioni per sollecitare il passaggio dagli Ospedali psichiatrici giudiziari alla realizzazione delle Residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza, in adempimento della legge 81/2014. "La maggior parte delle Regioni è inadempiente e la situazione si sta facendo drammatica. Vi sono ancora 5 Opg aperti, in pieno spregio della legge e le Rems operative sono al collasso". 

27 OTT - “Il ministero della Salute ha inviato una lettera a Piemonte, Veneto, Toscana-Umbria, Lazio, Abruzzo-Molise, Campania, Puglia e Calabria per sollecitare il passaggio dagli Ospedali psichiatrici giudiziari alla realizzazione delle Rems, le residenze per la esecuzione delle misure di sicurezza, praticamente strutture sanitarie a tutti gli effetti, in adempimento alla legge 81 del 31 marzo 2014. Come pienamente previsto, la maggior parte delle Regioni è inadempiente e la situazione si sta facendo drammatica. Il risultato è che vi sono ancora 5 Opg aperti, in pieno spregio della legge e le Rems operative sono al collasso". Lo dichiara in una nota il componente della commissione Sanità del Senato, Luigi d'Ambrosio Lettieri (Cor).

"Sono stato un forte sostenitore della necessità di superare gli Ospedali psichiatrici giudiziari. Un segno di civiltà, oltre che di necessità sanitaria. Ma quello che poteva e doveva essere un new deal, è diventato quasi un titolo senza contenuti perché le difficoltà non sono affatto superate. Non solo perché le Rems non sono disponibili nella maggior parte delle regioni, ma anche perché c’era una sfida da vincere che non è stata debitamente affrontata. Mi riferisco alla costruzione di un nuovo sistema che implicasse una rivoluzione culturale ed etica nell’approccio alla psichiatria giudiziaria per offrire servizi adeguati che non fossero Opg in scala minore - prosegue il senatore - . La situazione all’interno degli Opg è stata anche oggetto di una indagine da parte della Commissione parlamentare di inchiesta sull’efficienza del servizio sanitario. Molte ombre e pochissime luci, considerato che appariva chiaro come gli OPG non assolvessero quasi per nulla il compito di cura della persona autrice di reato affetta da disturbi psichiatrici, occupandosi quasi esclusivamente dell’aspetto relativo alla detenzione, senza offrire, quindi, alcuna soluzione adeguata".


"Mantenimento della sicurezza dei pazienti, del personale e del pubblico; realizzazione di un ambiente terapeutico rassicurante e protettivo, senza apparire oppressivo; inserimento positivo della struttura residenziale nella comunità locale: sono tre aspetti fondamentali che richiedono la necessaria integrazione di ruoli e competenze tra i vari attori in campo, attraverso una efficace collaborazione inter-istituzionale sul territorio. Tempo non ce n’è più e si rischiano sanzioni salate che alla fine sarebbero i cittadini a pagare”, conclude d'Ambrosio Lettieri.

27 ottobre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Viola Rita (Scienza)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy