Quotidiano on line
di informazione sanitaria
19 GENNNAIO 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Medaglia d’oro alla sanità pubblica ad Emergency. Riconoscimento anche a Roberto Lala recentemente scomparso

Il Capo dello Stato ha consegnato oggi 10 medaglie d'oro e 17 medaglie d'argento "Al Merito della Sanità Pubblica.  Tra i premiati il Corpo dei vigili del fuoco. Medaglia alla memoria anche per Paola Labriola, la psichiatra di Bari uccisa con 50 coltellate da un suo paziente

21 OTT - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto, nella sala "Biagio d'Alba" del Ministero della Salute, alla cerimonia di consegna delle benemerenze "Al Merito della Sanità Pubblica". Dopo l'intervento del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il Capo dello Stato ha consegnato 10 medaglie d'oro e 17 medaglie d'argento "Al Merito della Sanità Pubblica".
 
Le benemerenze sono state consegnate professionisti della salute, esponenti del mondo accademico, corpi dello stato, associazioni ma anche semplici cittadini distintisi nell'ambito della sanità.    
“Sono dei premi alla buona sanità - ha detto Lorenzin- ma anche al coraggio, alla semplicità e all''eroismo quotidiano. Abbiamo premiato medici e chi con il proprio lavoro o attraverso attività di volontariato, anche nelle forze dell''ordine, difende la salute delle persone non solo in Italia ma anche all''estero. Abbiamo purtroppo dato premi anche alla memoria per persone che hanno perso la vita per svolgere il proprio dovere. Credo che questo sia un modo, anche grazie alla straordinaria presenza del presidente della Repubblica, che le istituzioni hanno di dire grazie ai nostri eroi quotidiani in momenti non solo simbolici come quelli di oggi''.

 
“Un premio è  andato ai nostri vigili del fuoco - ha proseguito il ministro- per il lavoro che svolgono durante i terremoti, nelle attività di salvataggio, ma anche ai medici e agli infermieri di Emergency che hanno dedicato la loro vita per aiutare gli altri in Paesi lontani, in cui una delle epidemie più devastanti, orrende e spaventose come l''Ebola ha sconvolto il mondo per un anno”.
 
Lorenzin ha quindi tenuto a sottolineare le due medaglie d’oro conferite alla memoria di due dottoresse rimaste uccise mentre prestavano servizio: “Queste medaglie le abbiamo molto sentite al ministero e siamo rimasti tutti molto colpiti da come sono state uccise le nostre dottoresse nell'esercizio delle loro funzioni”.
 
Secondo il ministro ogni medaglia ha dunque ''un suo significato- ha aggiunto- e noi abbiamo voluto premiare anche la quotidianità, non solo la straordinarietà. Abbiamo dato riconoscimenti a persone che nell''arco della loro vita hanno fatto ogni giorno qualcosa per la salute degli altri. E questo- ha infine concluso- credo sia il messaggio più bello che possiamo dare”.

Tra i premiati con la medaglia d'oro il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, l'organizzazione Emergency, ma anche, con una medaglia alla memoria, la dottoressa Eleonora Cantamessa, ginecologa bergamasca uccisa da un'auto di un connazionale di un indiano al quale stava prestando soccorso, e la dottoressa Paola Labriola, psichiatra di Bari uccisa con più di cinquanta coltellate nell'esercizio della sua attività professionale da un suo paziente. Tra i premiati con la medaglia d’argento anche Roberto Lala, il presidente dell’Ordine dei medici di Roma e segretario del Sindacato degli specialisti ambulatoriali (Sumai-Assoprof) prematuramente scomparso lo scorso 1 settembre.

Qui di seguito i nominativi cui sono state attribuite le benemerenze e le motivazioni:
 
MEDAGLIE D’ORO
 
CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO - Motivazione: ''Per il totale e insostituibile contributo profuso dagli uomini del Corpo dei Vigili del Fuoco, accomunati da un alto livello di specializzazione, da un''accurata e costante formazione, dalla disponibilità all''estremo sacrificio e da un sentimento di solidarietà, per l''attività di soccorso pubblico a salvaguardia dell''incolumità delle persone e dell''integrità dei beni e dell''ambiente, prestato in occasione di complessi scenari calamitosi naturali e in contesti di eventi sismici affrontati con un elevato livello di sicurezza e con metodologie altamente evolute, nonché per l''attività svolta nell''ambito dell''emergenza umanitaria derivante dal massiccio afflusso di cittadini extracomunitari''.
 
DOTT.SSA ELEONORA CANTAMESSA - Motivazione: ''Ginecologa bergamasca mentre prestava soccorso ad una persona di nazionalità indiana gravemente ferita nel corso di una rissa, rimaneva uccisa dall''auto guidata da un connazionale dell''assistito. La professionalità, l''abnegazione ed il senso del dovere dimostrati dalla dott.ssa Cantamessa nello svolgimento del proprio dovere a costo della vita, costituisce un fulgido esempio di eroismo civile e professionale''.
 
DOTT.SSA PAOLA LABRIOLA - Motivazione: ''Psichiatra di Bari, uccisa con più di 50 coltellate nell''esercizio della sua attività professionale da un suo paziente, per non aver corrisposto alle minacciose richieste di quest''ultimo. Chiaro esempio di medico a cui è stata sottratta la vita mentre rispondeva ai principi che costituiscono l''essenza stessa della professione, manifestandone così il senso più profondo”.
 
EMERGENCY ONG ONLUS - Motivazione: ''L’Associazione, nata nel 1994 per offrire cure mediche chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà, fornisce assistenza gratuita a chiunque ne abbia bisogno senza discriminazioni politiche, ideologiche o religiose ed è stata particolarmente impegnata nel prestare cure e assistenza ai malati colpiti dall''epidemia di Ebola nei paesi africani interessati. L''Associazione forma il personale medico e paramedico secondo criteri e standard di alto livello professionale fino al raggiungimento della completa autonomia operativa. L''impegno umanitario di Emergency è reso possibile dal contributo di migliaia di volontari, medici, infermieri che operano in situazioni critiche per le vittime di guerra e per le emergenze chirurgiche''.
 
ASSOCIAZIONE NAZIONALE PER LE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE DELL''INTESTINO ONLUS - Motivazione: ''L’Associazione costituita da persone affette da Colite Ulcerosa o Malattia di Crohn e dai loro familiari, persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale attraverso lo svolgimento di attività assistenziale sociale e socio - sanitaria. Essa si propone di promuovere e favorire la conoscenza delle malattie infiammatorie croniche dell''intestino, allo scopo di agevolare la diagnosi corretta e la efficace cura. In questi anni ha fattivamente sviluppato iniziative per migliorare la tutela dei pazienti, assicurando adeguati mezzi di assistenza ai malati e alle loro famiglie''.
 
PROF. NICOLA DI DANIELE - Motivazione: ''Direttore del Dipartimento assistenziale di Medicina del Policlinico Universitario di Roma Tor Vergata, si è  distinto nel corso della sua brillante carriera, svolta sempre con alto grado di professionalità, nel campo della medicina interna e in particolare delle patologie legate a ipertensione e nefropatia, approfondendo la propria attività di ricerca in ambito clinico e metabolico - nutrizionale. Il professor Di Daniele nell''ambito della propria attività, si è prodigato anche a titolo gratuito nella cura di persone bisognose, rendendosi reperibile in qualsiasi momento, incarnando il vero spirito della professione medica''.
 
PROF. EUGENIO GAUDIO - Motivazione: ''Ordinario di Anatomia Umana e Clinica e Magnifico Rettore dell''Università Sapienza di Roma, è  uno dei 30 ''top italian scientists''. Le principali ricerche scientifiche riguardano le cellule del fegato e delle vie biliari, incluse le cellule epatiche staminali. Negli ultimi anni ha incentrato la sua attività di ricerca nello studio di meccanismi che regolano la proliferazione e la morte dei colangiociti dell''albero biliare e la localizzazione e attivazione delle cellule progenitrici/staminali residenti nel fegato'
 
PROF. GIAN LUIGI GESSA - Motivazione: ''Illustre psichiatra e farmacologo italiano, ben noto alla comunità scientifica nazionale e internazionale, ha dedicato la sua vita alla ricerca scientifica nel campo della Farmacologia e delle Neuroscienze. Ha percorso tutte le tappe della sua carriera universitaria presso l''Università di Cagliari, compiendo significative esperienze di ricerca all''estero presso i National Institutes of Health di Bethesda (Maryland) e lo Scripps Research Institute di La Jolla (California), divenendo uno tra i più autorevoli esperti nella ricerca neurofarmacologica. Per la sua attività di ricerca ha ricevuto dall''Accademia Nazionale dei Lincei il premio Camillo Golgi''.
 
PROF. GIOVANNI MONTELEONE - Motivazione: ''Professore ordinario in gastroenterologia presso l''Università degli Studi di Tor Vergata, si è distinto per l''intesa attività scientifica consistita nella ricerca di fisiologia dell''immunità mucosale nell''intestino umano, dell''immunologia clinica e dell''immunopatologia delle malattie digestive, nonché delle malattie infiammatorie croniche intestinali e dell''infezione da helicobacter pylori. Rilevantissimi gli studi su la carcinogenesi e lo sviluppo di nuovi farmaci immunomodulatori''.
 
PROF. GIOVANNI SIMONETTI - Motivazione: ''Professore Emerito Honoris Causa Università di Tor Vergata attualmente Direttore Scientifico Nuovo Policlinico Casilino, da sempre attento all''evoluzione tecnica e tecnologica e alla continua ricerca della perfezione diagnostica e terapeutica, nel corso della sua quarantennale carriera, ha acquisito particolari meriti nel campo della radiologia cardiovascolare, nell''interventistica sia assistenziale che educazionale, nella diagnostica e screening senologico, oncologico, neurologico e prostatico. Ha effettuato in Italia la prima embolizzazione di una emorragia digestiva e la prima PTA su una stenosi della arteria iliaca''. –
 
 
MEDAGLIE D’ARGENTO
 
MEDAGLIA D''ARGENTO ALLA MEMORIA DOTT. ROBERTO LALA - Motivazione: ''Medico patologo, si  è distinto per la generosa, instancabile e preziosa attività di prevenzione nel combattere l''incremento dei casi di tubercolosi e il ritorno di alcune malattie infettive legate al fenomeno dell''immigrazione clandestina, lanciando a gran voce la richiesta di potenziare la vigilanza sanitaria, unico modo per tutelare la salute dei cittadini e degli stessi migranti. Si è anche prodigato, sino a quando è  venuto a mancare, per la diffusione della cultura della ''cura responsabile'' cercando di combattere il dilagante e preoccupante fenomeno del ''dottor Google'': l''autodiagnosi che porta, a volte, fino all''autoterapia, prassi ormai imperante soprattutto tra i giovani''.
 
ASSOCIAZIONE ITALIANA TRAPIANTATI DI FEGATO ONLUS - Motivazione: ''Fondata a Torino nel 1988 ad opera dei primi trapiantati di fegato piemontesi per sostenere moralmente e per fornire il necessario aiuto concreto ad adulti e bambini prima, durante e dopo il trapianto, l''Associazione si propone di collaborare e promuovere l''attività di studio, formazione e ricerca nell''ambito dei trapianti di organi. Tramite la sede nazionale di Torino e le delegazioni esistenti sul territorio l''Associazione assiste centinaia di pazienti in attesa di trapianto o già trapiantati''.
 
ASSOCIAZIONE FAMIGLIE NEUROLOGIA PEDIATRICA ONLUS - Motivazione: ''Fondata nel 1983 ad opera di un gruppo di genitori di bambini affetti da malattie neuropsichiche e dal personale medico e infermieristico dell''unita'' operativa di neuropsichiatria infantile e disturbi del comportamento alimentare della Clinica Pediatrica Gozzardini dell''Universita'' di Bologna, persegue esclusivamente finalita'' di solidarieta'' socio - sanitaria, opera nell''ambito della struttura ospedaliera ed ha come finalita'' quella di promuovere ogni tipo di iniziativa atta a migliorare l''assistenza e la cura dei pazienti in eta'' evolutiva affetti da malattie neurologiche e da disturbi del comportamento alimentare. Attualmente conta oltre 5.800 iscritti tra volontari, soci e sostenitori''.
 
LUOGOTENENTE LORETO BUCCOLA - Motivazione: ''Eccellente luogotenente in servizio presso i Nas di Torino in qualità di vicecomandante, che con spirito di sacrificio, non comune attaccamento all''istituzione e alta qualità delle prestazioni, ha condotto numerose indagini sul fronte del danno erariale ad opera di dirigenti sanitari ed amministrativi nella gestione della cosa pubblica, con deferimento di centinaia di casi alla magistratura ordinaria e a quella contabile. Si è distinto, altresì, per le numerose operazioni di polizia giudiziaria a tutela della salute e sanità pubblica, ed in particolare per indagini relative allo scandalo di emoderivati e sangue infetto, indagini sulle protesi mammarie PIP e quelle relative alle cellule staminali del c.d. metodo ''Stamina''
 
DOTT. ANTONINO CANDELA - Motivazione: ''Direttore generale dell''Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, è stato autore di circostanziate denunzie presentate alla Procura della Repubblica, con conseguente aggravamento dei rischi per la sua incolumità personale. La sua azione ha consentito l''avvio di diversi procedimenti penali a carico di dipendenti dell''azienda e di soggetti ben inseriti nel tessuto criminale e dotati di risorse finanziarie pressoché illimitate ad essi variamente collegati, responsabili di numerosi episodi di corruzione e di altre azioni illecite a danno del Servizio sanitario nazionale. Da evidenziare inoltre l''istituzione sull''isola di Lampedusa del servizio permanente di ginecologia e di pediatria dallo stesso fortemente voluto, che ha permesso agli abitanti dell''isola il facile accesso a prestazioni precedentemente fornito solo in alcuni giorni della settimana''.
 
DOTT. GUIDO DAMIANI - Motivazione: ''Medico chirurgo specializzato in ginecologia attualmente in quiescenza, è stato fino al 2014 direttore dell''Unita'' di ostetricia e ginecologia presso l''Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, distinguendosi sempre per le sue capacità umane oltre che professionali, e rappresentando con la sua continuità di servizio e di presenza, un riferimento costante per le sue pazienti e soprattutto per le loro famiglie''.
 
PROF.SSA PAOLA GRAMMATICO - Motivazione: ''Direttore dell''Unita'' Operativa Complessa del Laboratorio di Genetica Medica dell''Università Sapienza di Roma - Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, è chiaro esempio di professionista che ha dedicato tutto il suo impegno al mondo sanitario. Ha rivestito molteplici incarichi universitari ed ospedalieri ed ha svolto un''intensa attività didattica universitaria nell''ambito della genetica molecolare. È responsabile del centro di riferimento regionale per la tipizzazione dei donatori di midollo osseo, referente regionale nel tavolo interregionale malattie rare, nonché referente per la Regione Lazio della Società Italiana di Genetica Umana''.
 
DOTT. ALESSANDRO NISII - Motivazione: ''Direttore dell''Unita'' Operativa complessa di Chirurgia Maxillo - Facciale presso l''Ospedale San Camillo Forlanini di Roma, da sempre impegnato nel sociale oltre misura è stato coordinatore per la missione umanitaria e formazione sanitaria prevista dall''accordo di collaborazione internazionale per il trattamento dei malformati craniofacciali tra Azienda Complesso Ospedaliero S. Filippo Neri e Hospital Universitario Japone's di S. Cruz de la Sierra in Bolivia. Si è distinto, altresì, per il coordinamento del progetto ''la salute in bocca'', che ha visto un open day degli ambulatori odontoiatrici pubblici interamente dedicato alla salute del cavo orale''.
 
DOTT. ANDREA NIUTTA - Motivazione: ''Direttore del Dipartimento di Chirurgia e Direttore dell''Unita'' operativa complessa di oculistica e day surgery multidisciplinare dell''ASL Roma 3, nel corso della sua carriera ha effettuato, in qualità di primo operatore, oltre ventimila interventi chirurgici rivolti prevalentemente al segmento anteriore oculare ed il primo ad utilizzare in Italia gli anti Vegf nella cura della maculopatia essudativa correlata all''età. Ha sviluppato, altresì, per l''esecuzione di interventi di cataratta un kit chirurgico attualmente utilizzato in molti centri di eccellenza per la chirurgia della cataratta''.
 
DOTT. ENRICO SANTILLI - Motivazione: ''Specialista diabetologo, è molto attivo nel campo sociale e del volontariato. Si è distinto per aver condotto per anni un ambulatorio di medicina interna dedicata agli extracomunitari e per aver prestato la propria attività di medico internista nei soggiorni organizzati dall''Unitalsi''.
 
BRIGADIERE GENERALE NICOLA SEBASTIANI - Motivazione: ''Vice Ispettore Generale della Sanità Militare, la sua attività è stata contraddistinta, in particolare, dall''impegno operativo all''estero nelle missioni di pace, soprattutto nell''assistenza sanitaria e in compiti direttivi, relativi alla progettazione ed implementazione organizzativa e funzionale del settore dell''addestramento e formazione specialistica post - universitaria, del personale sanitario del Policlinico militare di Roma. Nelle vesti di Capo Reparto di sanità del Comando logistico dell''Esercito, ha contribuito alla realizzazione di una convenzione con l''Azienda Ospedaliera Caldarelli di Napoli per favorire il training on the job del personale sanitario militare''. SIG.
 
DOMENICO SFORZA - Motivazione: ''Collaboratore professionale di ruolo al Comune di Barletta, oltre a possedere un indubbio spessore professionale e morale, ha sempre dimostrato, anche in riferimento alla vita associativa, dedizione, sagacia ed alto senso civico prodigandosi nella quotidiana operosità con rispetto non solo della vita umana ma anche e soprattutto della persona. Ha contribuito alla realizzazione del progetto benefico volontario ''Scuole Sicure'' conclusasi con la donazione di 10 defibrillatori a diverse scuole della città di Barletta e relativa formazione del personale scolastico''.
 
BRIGADIERE CAPO MICHELE SPITALERI - Motivazione: ''Sottufficiale addetto alla stazione carabinieri di Arenzano, dal 1994 è volontario e donatore di sangue della Croce Rossa Italiana dove ha svolto un''intensa attività umanitaria di protezione civile e solidarietà in maniera continuativa ed encomiabile. Ha partecipato a diverse operazioni di soccorso a favore delle popolazioni colpite da alluvioni e terremoti e si è fatto promotore di svariate operazioni di raccolta di medicinali a favore di ospedali situati in zone interessate da conflitti''
 
EDOARDO STOPPA - Motivazione: ''Conduttore televisivo definito ''fratello degli animali'' si è distinto per il costante impegno nella difesa degli amici a quattro zampe, portando alla ribalta dei media moltissimi casi di abuso e sfruttamento di animali sia in Italia che all''estero, fornendo spesso un concreto aiuto alle forze dell''ordine e meritando il plauso delle associazioni animaliste di tutto il Paese. Nel marzo 2015 è divenuto socio benemerito dell''Associazione Nazionale Carabinieri, per l''impegno profuso e per il prezioso supporto fornito a tutela della sanità e del benessere animale''.
 
DOTT. ANTONIO VENTRE - Motivazione: ''Assoluto protagonista negli ultimi 50 anni nel campo della sanità pubblica in provincia di Caserta e non solo, si è distinto nello svolgimento della sua attività di gestione delle strutture sanitarie per capacità amministrativa e professionalità. Grazie al suo impegno molte strutture hanno raggiunto livelli di massima efficienza''.
 
PROF. RAIMONDO VILLANO - Motivazione: ''Persona virtuosa e proba, ha sempre disinteressatamente sviluppato azioni di alto profilo pubblico sanitario con competenza, passione, dedizione e costanza ammirevoli. Farmacista che si è sempre occupato di persone sofferenti, seguendoli con professionalità e amore fino al punto di donare numerosi tele salvavita a persone sole e oltre 500 abbonamenti pluriennali per l''assistenza domiciliare di azienda specializzata''.
 
DOTT. VINCENZO VINICOLA - Motivazione: ''Reumatologo, responsabile del centro di prevenzione, diagnosi e cura dell''osteoporosi della Fondazione IRCCS Santa Lucia di Roma, opera in ambito riabilitativo reumatologico - ortopedico e negli esiti di trauma cranico e coma. Si è particolarmente distinto come responsabile di rilevanti progetti scientifici nell''ambito della ricerca traslazionale''.

21 ottobre 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy