Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 20 OTTOBRE 2017
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Congresso Fimmg. Aceti (Tdm): “Atto di indirizzo innovativo, ma ora occorre accelerare la chiusura dell'Accordo collettivo nazionale”

Il passaggio dalla quota capitaria alla remunerazione legata al raggiungimento degli obiettivi di salute è un salto culturale positivo per la medicina di famiglia e un vantaggio, in termini di qualità di cura, per i cittadini. Il Tdm si propone come parte attiva nella messa a punto del sistema di valutazione della qualità dell’assistenza del Mmg

05 OTT - Una chiusura rapida dell’Acn anche perchè l’aggiornamento dell’Atto di indirizzo contiene elementi di grande positività per l’assistenza ai cittadini, i quali si propongono come parte attiva nella costruzione del sistema di valutazione della qualità dell’assistenza della medicina di famiglia. Ed anche nel monitoraggio degli indicatori che saranno individuati. Questo l’invito e la proposta che arriva dal Tdm-Cittadinanzattiva nel corso del 74° Congresso nazionale Fimmga Domus de Maria (Cagliari).
 
“Valutiamo positivamente l’aggiornamento dell’Atto di indirizzo dell’Acn soprattutto per quanto riguarda il passaggio dalla quota capitaria e quindi dal pagamento a prestazione a quello legato anche al raggiungimento degli obiettivi di salute e alla qualità dell’assistenza – ha dichiarato Tonino Aceti Coordinatore nazionale del  Tdm –  questo rappresenta un salto culturale importante per la medicina di famiglia, ma in generale per l’assistenza territoriale che ancora si deve confrontare con la misurabilità delle prestazioni. I medici di famiglia si mettono quindi in gioco e non possiamo che esprimere il nostro plauso Per questo, sperando che venga accolta la nostra richiesta, ci proponiamo come soggetto che può contribuire alla realizzazione del sistema di valutazione, naturalmente per quanto riguarda gli aspetti legati al rapporto con il cittadino. Ma ci vogliamo mettere a disposizione non solo per sviluppare il sistema di valutazione ma anche come parte attiva nel monitoraggio degli indicatori che verranno individuati. E proprio perché l’aggiornamento dell’atto di indirizzo ci vede soddisfatti – ha concluso Aceti – chiediamo che venga velocizzata la fase di chiusura dell’Acn prevedendo anche il coinvolgimento delle organizzazioni dei cittadini”.

05 ottobre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy