Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 14 LUGLIO 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Tsrm-Pstrp. La Federazione fa il bilancio degli iscritti dopo il vaglio delle domande presentate negli ultimi due anni: sono 223mila i professionisti iscritti all’Ordine


Ne dà notizia il presidente Alessandro Beux con una lettera indirizzata a tutti i presidenti provinciali a due anni dall’apertura del portale per la presentazione delle domande di iscrizione agli albi previsti dalla legge 3/2018 e istituiti col decreto del 13 marzo 2018. A settembre le elezioni delle Commissioni di albo nazionali e il rinnovo di un gran numero di Consigli direttivi e poi l’ultimo passo: l’elezione del primo Comitato centrale multiprofessionale.

01 LUG - Da oggi, 1 luglio, saranno due anni dall’apertura del portale per la presentazione delle domande di iscrizione agli albi previsti dalla legge 3/2018 e istituiti col decreto del 13 marzo 2018.
 
“In ventiquattro mesi – sottolinea il presidente della Federazione Tsrm Pstrp Alessandro Beux in una lettera ai presidenti provinciali degli Ordini - sono state presentate 177.294 domande di iscrizione, pari al 92,34% delle 192.000 inizialmente stimate, di cui 151.235 con esito favorevole e 17.301 di prossima positiva conclusione”.
 
“A queste – prosegue  Beux - vanno aggiunte le 21.877 domande di iscrizione agli elenchi speciali a esaurimento istituiti con DM 9 agosto 2019, di cui 4.431 accolte e 16.816 in valutazione. La somma degli iscritti agli albi (151.235), di coloro che lo saranno (17.301) e di coloro che hanno fatto domanda di iscrizione agli elenchi speciali a esaurimento (21.877) è davvero prossima alla cifra inizialmente stimata (192.000): 190.413, pari al 99,2 %”.
 

“Numeri impressionanti, in termini assoluti e relativi; numeri – aggiunge ancora Beux - che testimoniano l’affidabilità sia di coloro che, prima, li hanno stimati sia di coloro che, dopo, li hanno determinati”.
 
“Per completezza si richiamano i circa 28.000 TSRM e i circa 5.000 Assistenti sanitari, già ordinati negli ex Collegi TSRM e IPASVI, per un totale che si attesta oltre i 223.000 iscritti. Da questo punto di vista, l’obiettivo di fare ordine, è stato certamente raggiunto”, sottolinea il presidente della Federazione che aggiunge che “ora siamo all’opera di cesello, con una particolare attenzione nella valutazione delle domande di iscrizione agli elenchi speciali a esaurimento”.
 
“Non sono mancate, come non mancano e non mancheranno, le criticità, che abbiamo sempre guardato negli occhi e cercato di gestire nel modo più responsabile possibile, avendo sempre ben presente che la nostra attività non poteva e non doveva ridursi a una mera opera burocratica, acefala, in cui la norma può addirittura essere pensata come una clava da abbattere sulle persone, magari per regolare i conti su questioni generatesi e complicatesi in passato e fuori dal nostro contesto istituzionale”, scrive ancora Beux.
 
“La nostra è stata e deve continuare a essere un’opera positiva e propositiva – specifica - capace di risolvere i problemi, aumentando costantemente la linearità e la trasparenza del contesto, continuando a fare ordine”.
 
“A settembre, sfruttando la finestra che il Legislatore ha individuato per la tornata referendaria e amministrativa – scrive infine Beux - dovremmo essere in grado di completare l’architettura istituzionale eleggendo le Commissioni di albo nazionali e rinnovare un gran numero di Consigli direttivi al di fuori del comma 14. Successivamente, nel pieno rispetto del cronoprogramma definito nella primavera del 2018, potremo prepararci all’ultimo atto: l’elezione del primo Comitato centrale multiprofessionale, lasciandoci definitivamente alle spalle il mondo che fu per entrare completamente nel nostro futuro comune”.

01 luglio 2020
© Riproduzione riservata


Allegati:

spacer La lettera

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy