Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 07 DICEMBRE 2019
Piemonte
segui quotidianosanita.it

L’Omceo di Torino e “Illuminiamo la Salute”: insieme contro la corruzione nel sistema sanitario

Nasce una collaborazione tra l'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Torino e il progetto nato nel 2011 su iniziativa di Libera, Gruppo Abele, Coripe Piemonte e Avviso Pubblico, per promuovere l'integrità del sistema sanitario italiano. La collaborazione vuole aiutare la lotta contro la corruzione e per l'integrità in sanità

15 APR - L’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Torino (OMCeO) e il progetto "Illuminiamo la Salute" firmano un protocollo di collaborazione: per unire le forze nella lotta contro la corruzione, per contribuire insieme alla piena integrità e trasparenza del sistema sanitario.
Nato nel 2011 su iniziativa di Libera, Gruppo Abele, Coripe Piemonte e Avviso Pubblico, il progetto "Illuminiamo la Salute" ha l’obiettivo di promuovere, attraverso iniziative di formazione e sostegno al cambiamento, l’integrità del sistema sanitario e sociale italiano. Le sue attività sono quindi rivolte al sostegno di tutti gli operatori che vogliano impegnarsi concretamente su questi temi, anche alla luce della recente normativa italiana sulla prevenzione della corruzione e della trasparenza.

Tra i compiti fondativi dell’OMCeO c’è la promozione di iniziative tese a vigilare su abusi o mancanze nell’esercizio della professione ma anche nell’ambito di governance del sistema, e a denunciare comportamenti di scarsa trasparenza, conflitto di interesse, illecito di prescrizione, mala gestione delle risorse. All’Ordine spetta anche il compito di far rispettare il Codice di Deontologia Medica, corpus di regole di autodisciplina predeterminate dalla professione, che ai princìpi di integrità e trasparenza fa riferimento esplicito (articoli 30 e 31), specificando tutti gli indirizzi applicativi del caso, dall’ambito della ricerca e della formazione professionale alle pratiche di prescrizione terapeutica, diagnostiche, di consulenza (Codice di Deontologia Medica ).


L’art. 1 del protocollo di collaborazione stabilisce che la comune finalità è la “diffusione di principi, criteri e strumenti inerenti i temi dell’etica, della promozione dell’integrità e della prevenzione della corruzione all’interno del sistema sanitario e delle professioni”. L’accordo impegna l’OMCeO di Torino a partecipare in modo attivo alla Rete Nazionale per l’Integrità, realizzando iniziative condivise con ILS “sulle tematiche inerenti la legalità e i conflitti di interesse in ambito sanitario” – dai corsi di formazione per il personale alle attività del sito web dell’Ordine – e al contempo individuando e valorizzando le buone pratiche nelle politiche per l’integrità (art. 2). ILS offrirà le proprie esperienze, competenze e professionalità (art. 3).
“Una virtuosa collaborazione – afferma il Presidente dell’OMCeO di Torino Guido Giustetto – che intercetta prospettive e obiettivi comuni: lavorare insieme per costruire un sistema sanitario efficiente, al servizio di tutti i cittadini e per tutti i cittadini, che vada davvero oltre la sola applicazione burocratica della legge 190/2012 per la prevenzione della corruzione, traducendola in azioni concrete”.
 
Lorenzo Proia

15 aprile 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy