Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 21 MAGGIO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Farmaceutica. Polifarma festeggia 100 anni

Con 170 dipendenti in Italia, il 35% dei quali under-35, sviluppo sul mercato mondiale e una previsione di crescita del 30%, per un fatturato di oltre 55 milioni di euro atteso nel 2019, di cui il 50% destinato a nuovi progetti con un approccio digital oriented una delle aziende farmaceutiche più antiche d’Italia, fondata a Roma festeggia il suo primo centenario di attività

18 APR - “170 dipendenti in Italia, il 35% dei quali under-35, sviluppo sul mercato mondiale e una previsione di crescita del 30%, per un fatturato di oltre 55 milioni di euro atteso nel 2019, di cui il 50% destinato a nuovi progetti con un approccio digital oriented: sono i numeri che fotografano la realtà di Polifarma, una delle aziende farmaceutiche più antiche d’Italia, fondata a Roma nel 1919 e da vent’anni sotto la guida della signora Luisa Angelini che ne ha fatto un punto di riferimento nel mercato farmaceutico italiano, grazie a un nuovo modello di business e costanti investimenti a favore dell’innovazione”. A darne notizia l’azienda in una nota.
 
“Vivere guardando al futuro significa, per Polifarma, avere una visione chiara che si fonda sui valori condivisi dell’affidabilità, della trasparenza e dell’attenzione alle persone. Significa puntare tutto sulla vicinanza ai propri clienti e collaboratori e attuare politiche imprenditoriali coraggiose per superare con successo anche i momenti più difficili. È con questa mentalità che Polifarma ha vissuto la sua storia e vuole affrontare il suo futuro”, dichiara Andrea Bracci, Amministratore Delegato Polifarma.

 
“Nei suoi cento anni di vita – si legge - Polifarma ha saputo coniugare il modello italiano dell’azienda di medie dimensioni con quello di un’impresa moderna che ha fatto dell’innovazione, della continuità manageriale e della centralità delle persone i fattori chiave per crescere e rimanere protagonisti in un settore altamente competitivo e in costante evoluzione. Dal 2014 ad oggi, in uno scenario generale fortemente cambiato, il fatturato di Polifarma è cresciuto del 41,8%, passando dai 29,6 milioni del 2014 ai 42 milioni nel 2018, con previsioni di ulteriore crescita per il 2019 (+30% rispetto al 2018)”.
 
“Polifarma fa parte di quelle Aziende che hanno individuato nel digitale una leva strategica per la crescita, testimoniata dal fatto che ogni Business Unit investe nel digitale il 40% del proprio budget – aggiunge il Dott. Bracci –. Il nostro impegno costante nell’informazione scientifica di qualità si concretizza nello sviluppo di soluzioni tecnologiche integrate che utilizzano il web e i social media per incidere positivamente sul lavoro quotidiano dei medici e sul percorso di cura dei pazienti. A tal proposito stiamo lavorando, insieme ad un board di esperti, ad un progetto di intelligenza artificiale per aiutare i pazienti affetti da patologie croniche a gestire al meglio la preparazione ad alcuni esami diagnostici. In definitiva, stiamo realizzando ciò che la signora Angelini, imprenditore illuminato come pochi, aveva già in mente quando in un’intervista rilasciata nel 1999 affermava che il futuro sarebbe stato il web”.
 
La celebrazione dei cento anni di Polifarma si apre con un tributo all’arte, passione radicata nel DNA dell’azienda, da sempre impegnata in attività di responsabilità sociale con finalità culturali. Sarà Leonardo da Vinci, in occasione del cinquecentenario dalla sua morte, a “tagliare il nastro” dei festeggiamenti con la mostra “Leonardo – La macchina dell’immaginazione”, inaugurata oggi al Palazzo Reale di Milano dove rimarrà esposta fino al 14 luglio.

18 aprile 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy