Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 24 SETTEMBRE 2018
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Verso il 13° Forum Risk Management. A Roma il 22 giugno il Forum Giuridico in Sanità

Il programma di venerdì prossimo consentirà un confronto su come le regioni stanno operando per la corretta applicazione della Legge 24/2017 sulla sicurezza delle cure e responsabilità professionale. IL PROGRAMMA.

21 GIU - A Roma, presso la Regione Lazio, il prossimo venerdì 22 giugno, con il 5° Forum Giuridico in Sanità si entrerà nel vivo della preparazione del 13° Forum Risk Management in Sanità in programma a Firenze dal 27 al 30 Novembre 2018.

 
Il programma di venerdì prossimo consentirà un confronto su come le regioni stanno operando per la corretta applicazione della Legge 24/2017 sulla sicurezza delle cure e responsabilità professionale.
 
In particolare il Centro Regionale del rischio clinico del Lazio presenterà le migliori buone pratiche in un confronto con i Direttori Generali e Sanitari delle Aziende su come l’attenzione alla sicurezza del paziente può essere occasione di un vero cambiamento dei percorsi sanitari e sociali.
 
E poi c’è la necessaria integrazione tra la Legge 24 e la Legge 119 sul consenso informato per restituire attenzione e centralità al cittadino nonché ad un tornare a parlarsi tra medico e paziente.
 
Giustamente si torna a parlare di medicina umanistica dove contano le persone ed i rapporti umani oltreché professionali tra un cittadino adeguatamente informato e responsabile ed il medico e l’infermiere responsabile della cura e dell’assistenza. Un nuovo contratto tra il professionista ed il paziente di affidabilità e di fiducia, condizione necessaria per recuperare reputazione e credibilità, antidoto anche al diffondersi delle violenze contro gli operatori: 1200 casi come da indagine FNOMCeO.
 
Diritti del cittadino-paziente e giusta tutela della professionalità degli operatori sanitari. È questo il tema della seconda parte del Forum Giuridico, laddove si analizzeranno le opportunità per un nuovo e virtuoso rapporto tra mondo assicurativo ed aziende sanitarie capace di mettere in sicurezza le strutture della sanità e gli operatori sanitari e garantire il giusto risarcimento a chi ha ricevuto un danno.
 
Anche qui un nuovo patto capace di disincentivare il ricorso alla medicina difensiva. Troppi sono ancora i danni che ricevono i pazienti spesso a causa delle inefficienze di organizzazione piuttosto che da errori umani. E tutto questo nonostante le innovazioni tecnologiche che dovrebbero impattare sui percorsi clinici anche in termini di sicurezza.
 
Pensiamo alla piaga delle infezioni in ospedale e nell’assistenza nelle strutture territoriali ed ai costi umani ed economici per recuperare le complicazioni.
 
Sanità sicura potrebbe essere l’obiettivo di un piano straordinario capace di impegnare Ministero della Salute e Regioni con incentivi e premialità a quelle strutture ed a quei gruppi di professionisti capaci di ottenere risultati.
 
Questi ed altri sono i temi del 5° Forum Giuridico in Sanità che, come abbiamo detto, troveranno ulteriore approfondimento e condivisione nel Forum Risk Management in Sanità di Firenze.
 
Vasco Giannotti


21 giugno 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy