Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 11 DICEMBRE 2018
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Verso il 13° Forum Risk Management. A Roma il 22 giugno il Forum Giuridico in Sanità

Il programma di venerdì prossimo consentirà un confronto su come le regioni stanno operando per la corretta applicazione della Legge 24/2017 sulla sicurezza delle cure e responsabilità professionale. IL PROGRAMMA.

21 GIU - A Roma, presso la Regione Lazio, il prossimo venerdì 22 giugno, con il 5° Forum Giuridico in Sanità si entrerà nel vivo della preparazione del 13° Forum Risk Management in Sanità in programma a Firenze dal 27 al 30 Novembre 2018.

 
Il programma di venerdì prossimo consentirà un confronto su come le regioni stanno operando per la corretta applicazione della Legge 24/2017 sulla sicurezza delle cure e responsabilità professionale.
 
In particolare il Centro Regionale del rischio clinico del Lazio presenterà le migliori buone pratiche in un confronto con i Direttori Generali e Sanitari delle Aziende su come l’attenzione alla sicurezza del paziente può essere occasione di un vero cambiamento dei percorsi sanitari e sociali.
 
E poi c’è la necessaria integrazione tra la Legge 24 e la Legge 119 sul consenso informato per restituire attenzione e centralità al cittadino nonché ad un tornare a parlarsi tra medico e paziente.
 
Giustamente si torna a parlare di medicina umanistica dove contano le persone ed i rapporti umani oltreché professionali tra un cittadino adeguatamente informato e responsabile ed il medico e l’infermiere responsabile della cura e dell’assistenza. Un nuovo contratto tra il professionista ed il paziente di affidabilità e di fiducia, condizione necessaria per recuperare reputazione e credibilità, antidoto anche al diffondersi delle violenze contro gli operatori: 1200 casi come da indagine FNOMCeO.
 
Diritti del cittadino-paziente e giusta tutela della professionalità degli operatori sanitari. È questo il tema della seconda parte del Forum Giuridico, laddove si analizzeranno le opportunità per un nuovo e virtuoso rapporto tra mondo assicurativo ed aziende sanitarie capace di mettere in sicurezza le strutture della sanità e gli operatori sanitari e garantire il giusto risarcimento a chi ha ricevuto un danno.
 
Anche qui un nuovo patto capace di disincentivare il ricorso alla medicina difensiva. Troppi sono ancora i danni che ricevono i pazienti spesso a causa delle inefficienze di organizzazione piuttosto che da errori umani. E tutto questo nonostante le innovazioni tecnologiche che dovrebbero impattare sui percorsi clinici anche in termini di sicurezza.
 
Pensiamo alla piaga delle infezioni in ospedale e nell’assistenza nelle strutture territoriali ed ai costi umani ed economici per recuperare le complicazioni.
 
Sanità sicura potrebbe essere l’obiettivo di un piano straordinario capace di impegnare Ministero della Salute e Regioni con incentivi e premialità a quelle strutture ed a quei gruppi di professionisti capaci di ottenere risultati.
 
Questi ed altri sono i temi del 5° Forum Giuridico in Sanità che, come abbiamo detto, troveranno ulteriore approfondimento e condivisione nel Forum Risk Management in Sanità di Firenze.
 
Vasco Giannotti


21 giugno 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy