Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 27 GIUGNO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Giornata contro violenza sugli operatori sanitari. Calandra (Tsrm-Pstrp): “Tra i colpevoli anche l’organizzazione del lavoro”


“La violenza in generale, e in particolare nei confronti degli operatori sanitari, non è solo fisica o verbale, ma anche strutturale, prodotta dall’organizzazione, sociale e lavorativa, dalle sue profonde diseguaglianze e ingiustizie, che si traducono in abusi e sofferenze”, sottolinea la Presidente della Federazione nazionale degli Ordini TSRM e PSTRP.

11 MAR - Domani, 12 marzo, si celebrerà la Giornata nazionale di educazione e prevenzione contro la violenza nei confronti degli operatori sanitari e socio-sanitari, istituita con la legge 14 agosto 2020, n. 113, al fine di promuovere una cultura che condanni ogni forma di violenza nei confronti dei lavoratori della sanità.
 
“La violenza in generale, e in particolare nei confronti degli operatori sanitari, non è solo fisica o verbale, ma anche strutturale, prodotta dall’organizzazione, sociale e lavorativa, dalle sue profonde diseguaglianze e ingiustizie, che si traducono in abusi e sofferenze”, sottolinea Teresa Calandra, Presidente della Federazione nazionale degli Ordini TSRM e PSTRP.
 
“La recente istituzione dell’Osservatorio nazionale per la sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie - continua la Presidente - ci consentirà di studiare il fenomeno affinché tutto quel che sapremo possa servire a capirlo meglio e soprattutto a prevenirlo”.
 
Oggi si insedierà l’Osservatorio, voluto dal Ministero della salute, e come rappresentante per la Federazione, interverrà il referente Matteo Migliorini, che sottolinea: “Porteremo all’interno di questo nuovo organismo le istanze dei 220 mila professionisti sanitari delle 19 professioni sanitarie appartenenti alla FNO TSRM e PSTRP, al fine di garantirne qualità e sicurezza”.
 
Difendiamo la salute è lappello che voglio rivolgere a tutti i cittadini e ai professionisti iscritti ai nostri albi, affinché il diritto alla salute sia sempre tutelato e preservato”, conclude la Presidente Calandra.
 
La Federazione ricorda poi che secondo l'Inail in Italia ogni anno si verificano più di 2 mila aggressioni nei confronti di operatori della salute, e i più bersagliati, per il 35% dei casi, sono i “tecnici della salute”.
 
Un altro dato riproposto dalla Federazione è quello dell’Organizzazione mondiale della sanità che stima un 38% di operatori sanitari che subiscono violenze fisiche durante la propria carriera, oservando che a causa della pandemia il fenomeno delle aggressioni contro i professionisti della salute è aumentato.

11 marzo 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy