Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 21 GIUGNO 2024
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Il progetto di legge “Gasparri” cancella decenni di progressi nel campo dei diritti della persona malata

di L. Gaudino, P. Zatti, M. Piccinni, G. Gristina e altri

16 MAG - Gentile Direttore,
quasi mezzo secolo fa, nel 1978, la riforma sanitaria enunciava all’art. 1 un principio fondamentale: “La tutela della salute fisica e psichica deve avvenire nel rispetto della dignità e della libertà della persona umana”. Nel 2017, la legge n. 219 raccoglieva quarant’anni di progresso nell’affermazione dei diritti della persona malata in una disciplina organica della relazione di cura e di fiducia: riconosceva alla persona il diritto di conoscere la propria condizione per decidere se accettare le cure, rifiutarle o sospenderle, anche se necessarie per la sua sopravvivenza; il diritto di interrompere le cure già in atto; il diritto di decidere per sé nell’oggi e anche per il futuro, mediante la Pianificazione Condivisa delle Cure (PCC) e le Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT); prevedeva il diritto a rifiutare idratazione e alimentazione; e infine, autorizzava la sedazione palliativa profonda per consentire alla persona una morte senza sofferenza. Nel 2019, la Corte costituzionale, decidendo sul caso Cappato, escludeva l’applicazione della norma penale sull’aiuto al suicidio per quei casi in cui la persona, la cui sopravvivenza dipende da strumenti di sostegno vitale, e afflitta da una sofferenza intollerabile, chieda di essere aiutata a morire.

Ora, un disegno di legge presentato al Senato (S. n. 1083, XIX legislatura, “Modifiche all'articolo 580 del codice penale e modifiche alla legge 22 dicembre 2017, n. 219, in materia di disposizioni anticipate di trattamento e prestazione delle cure palliative”, in corso di esame in commissione) vorrebbe demolire questa pluridecennale costruzione e calpestare i diritti fondamentali della persona con riguardo alle decisioni più delicate e talvolta “tragiche” che si affrontano nella relazione di cura, trasformando il paziente da soggetto della propria esistenza – fino alla sua fine – in oggetto delle altrui decisioni.

Quali i passaggi – si vorrebbe dire: gli accorgimenti - con cui viene portato questo attacco demolitorio ai diritti delle persone, malate e non?

Si inizia negando – contro il parere delle principali società scientifiche dei professionisti della salute - la natura di trattamento sanitario della nutrizione e della idratazione artificiali, al fine, si deve immaginare, di renderle irrinunciabili: e – si badi bene – non solo per la persona ormai incapace che le avesse rifiutate nelle DAT o nella PCC (a quel punto inutili), ma pure per chi, capace e cosciente, opponga il suo consapevole e attuale rifiuto: gli estensori del d.d.l. delineano cioè uno scenario di nutrizione artificiale forzata, nonostante l’opposizione del paziente.

Il d.d.l. consente ai professionisti sanitari di far valere la propria obiezione di coscienza nei confronti dei contenuti della legge. E qui ci si chiede se chi ha scritto il progetto sia consapevole delle conseguenze. E se sì, perché non le abbia esplicitate. Cosa significa ammettere l’obiezione a fronte del rifiuto di cure o del “noli me tangere” espresso dal paziente? Il medico obiettore potrebbe ritenersi autorizzato (dalla propria coscienza) a procedere senz’altro, magari con strumenti di contenimento fisico? Si è ritenuto ovvio che così non sia? Potrebbe, in alternativa, rifiutarsi di curare ‒ abbandonandolo ‒ il paziente riottoso?

Altrettanta leggerezza – o invece determinazione? - si osserva là dove il disegno di legge cancella dall’art. 1, comma 9°, della l. 219 il riferimento alle strutture sanitarie private (di ispirazione religiosa o meno), con l’effetto-paradosso di esonerarle dalla “piena e corretta attuazione dei principi della legge”: niente consenso informato? Niente rispetto delle DAT e delle PCC? niente formazione del personale sui temi della comunicazione? Niente diritto al rifiuto delle cure? Niente “il tempo della comunicazione è tempo di cura”? Un universo concentrazionario…

Altri interventi, previsti nel d.d.l., completano il quadro. In sintesi, si tratta di un provvedimento che riporterebbe il nostro Paese indietro di molti decenni, allontanandolo da tutte le democrazie occidentali nelle quali le questioni del rapporto medico-paziente e del fine vita sono state affrontate nel rispetto dei diritti della persona sanciti dalle varie Costituzioni e dalle varie Carte sovranazionali.

Sconcertante appare poi l’atteggiamento nei confronti della Corte costituzionale. Questa (nel caso Cappato, con la sent. n. 242/2019) aveva depenalizzato l’aiuto medico al suicidio all’interno di alcuni precisi requisiti, invitando ripetutamente il legislatore a disciplinare la materia (“conformemente ai principî precedentemente enunciati”).

Ebbene, il d.d.l. non interviene a colmare il succitato vuoto legislativo, disciplinando il suicidio medicalmente assistito. Si limita, invece, ad introdurre un’integrazione all’art. 580 del Codice Penale, prevedendo una riduzione della pena se chi aiuta al suicidio “convive stabilmente con il malato e agisce in stato di grave turbamento determinato dalla sofferenza altrui”. Lo scenario – o piuttosto la fattispecie – è definito in modo del tutto discutibile. Uno stabile convivente: sì la badante, non l’unico amico rimasto, non il figlio che abita a un diverso indirizzo, non il medico che lo segue da anni. E chiediamoci: dove? a casa? come? Con quale mezzo il suicida sarà aiutato a non soffrire più? Dopo avere confermato l’ipotesi di reato a prescindere da ogni grado di sofferenza del suicida, lo Stato – bontà sua – punisce chi aiuta al suicidio con una sanzione “meno grave”: lasciati soli, disperati e puniti.

Colpisce, infine, la completa indifferenza verso i principi elaborati dalla Corte costituzionale, in linea con gli esiti di una lunga ed attenta riflessione di medici, infermieri, ed altri professionisti della salute, oltreché di moralisti e giuristi; come l’indifferenza per chi, sofferente, sarà l’inevitabile, prossimo protagonista di un altro “caso Cappato”: dalla inutile richiesta di aiuto, al ricorso al giudice, al rinvio alla Corte costituzionale per avere finalmente giustizia.

Non lasciamo che questo d.d.l. cancelli i diritti della persona malata.

Luigi Gaudino
Professore associato di diritto privato comparato, Università di Udine

Paolo Zatti
Professore emerito di diritto privato, Università di Padova

Mariassunta Piccinni
Professoressa associata di diritto privato, Università di Padova

Giuseppe Gristina
Medico, anestesista rianimatore

Firmatari
Lo spunto per la redazione di questo documento è nato nell’ambito delle riflessioni del Gruppo di Lavoro “Per un Diritto Gentile” (www.dirittogentile.it).

Le adesioni sono a titolo personale e non impegnano le istituzioni indicate accanto alle firme.

Hanno aderito:

Agnese Accogli, Anestesista Rianimatore, Torino
Alberto Adduci, Anestesista rianimatore. CdS Molinette. Torino
Maurizio Agostini, medico, Comitato scientifico Fondazione Hospice Trentino
Caterina Agosto, Pediatra e Anestesista, Azienda Ospedale Università Padova
Johannes Agterberg, Consigliere dell’Associazione Luca Coscioni che la rappresenta presso la World Federation Right to Die Societies
Carlos Antonio Agurto Gonzáles, professore di diritto civile dell’Universidad Nacional Mayor de San Marcos (Perú)
Stefania Marina Alati, Medico di terapia intensiva Neonatale, in pensione
Lucia Alberghini, Farmacista
Maria Concetta Altavista, neurologa Roma
Sergio Amarri, Medico Pediatra Palliativista, Fondazione Hospice Seràgnoli, Bologna
Gianluigi Antiga, Medico di Medicina Genetale. Conegliano TV
Massimo Antonioli, psichiatra, psicoterapeuta, Trento
Fabrizio Apponi, Anestesista Rianimatore, Direttore UOC A/R, UOS Coord Loc Trapianti Frosinone
Anna Aprile, medico, Professore associato di Medicina legale, Università degli Studi di Padova
Cristina Arata, Avvocato, in qualità di Presidente dell’Associazione di Promozione sociale DiversaMenteEtica
Nadialina Assueri, infermiera Bologna
Martina Astore, Medico in formazione specialistica, Bologna
Marco Azzalini, Professore associato di diritto privato, Università di Bergamo
Fabio Bacchini, Professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza, Università di Sassari
Anna Maria Baietti, Chirurgia Maxillo-Facciale, Bologna
Lorenzo Baldini, Medicina Interna, Bologna
Angelo Barba, Professore ordinario di diritto privato, Università di Siena
Elisa Barbari, Infermiera Forense
Nicoletta Barberini Méngoli
Camillo Barbisan, Responsabile Servizio Bioetica Azienda Ospedale Università Padova
Sergio Bartolommei, filosofo, Università di Pisa
Annalisa Bastelli, medico Pediatria Territoriale Bologna
Chiara Bazzan, Educatore professionale
Ginevra Bellini, Medica Chirurga Padova
Stefania Bello, Medico Legale Brindisi
Tonino Bernacconi, medico, anestesista rianimatore, Iesi
Guido Bertolini, Epidemiologo, Bergamo
Marina Berton, Infermiera AULSS2 Treviso
Roberto Bigai, medico anestesista rianimatore, Pordenone
Nicola Binetti, Medico, Bologna
Lucia Biondi
Maria Grazia Bocci, direttore uoc rianimazione inmi Roma
Elena Bocin, Medico Internista Udine
Maria Bona Venturi, Medico, Bologna
Maria Grazia Bonesi, medico S.Cesario Modena
Andrea Bordugo, Pediatra, Malattie Metaboliche Ereditarie, Udine
Tiziana Borra, medico specialista in anatomia patologica, Alessandria
Milena Borsari, Farmacista, Bologna
Patrizia Borsellino, già ordinario di Filosofia del diritto e di Bioetica, Università degli studi di Milano Bicocca
Giulia Bosio, Anestesista Rianimatore, ospedale Città della Salute e Della Scienza, Torino
Andrea Bottazzi, Medico Rianimatore Ospedale San Matteo Pavia. Coordinatore Ospedaliero al Procurement. Gruppo Bioetica SIAARTI
Marzia Bottussi, medico di medicina generale, Udine
Vincenzo Bua, Medico, Bologna
Alessandro Bubola, Medico palliativista, Aulss6 Euganea, distretto 4 Alta Padovana
Maria Esmeralda Bucalo, Professore Associato di Diritto costituzionale nell’Università degli studi di Palermo
Piero Buccianti - Direttore U.O. Chirurgia Generale SSN AOU Pisana, Pisa
Lucia Busatta, Ricercatrice t.d. b) di diritto costituzionale, Università di Trento
Simona Cacace, Ricercatrice di diritto privato, Università degli Studi di Brescia
Elena Cadamuro, avvocato e docente a contratto di diritto penale, Università di Padova
Luciana Caenazzo, Professore associato di Medicina legale, Università degli Studi di Padova
Valentina Calderai, Professoressa Associata di Diritto privato e Diritto privato comparato, Università di Pisa
Angelo Campedelli, architetto in pensione
Caterina Camposampiero, Pediatra, Padova
Antonino Camerotto, Medico di Medicina Generale, Conegliano TV
Giorgia Cancedda, Infermiera, Rianimazione Cagliari
Maurizio Cancian, Medico di Medicina Generale, già membro gruppo Primary Palliative Care EAPC
Stefano Canestrari, Professore ordinario di diritto penale, Università degli studi di Bologna, Componente del Comitato Nazionale per la Bioetica
Filippo Canzani, medico palliativista, AUSL Toscana Centro
Laura Carli, insegnante di scuola secondaria, Portogruaro, Venezia
Enrico Carloni, Professore di diritto amministrativo, Università di Perugia
Cinzia Casini, medico palliativista AUSL Toscana Centro, Firenze
Carlo Casonato, Professore di diritto costituzionale comparato, Università di Trento
Marco Cavana, Direttore U.O. Anestesia/Rianimazione e Medicina Peri-operatoria - Ospedale di Arco_APSS Trento
Gabriele Cavazza, Medico, Bologna
Augusto Cavina, Medico, Bologna
Stefano Celotto, Medico di Medicina Generale, Responsabile Nazionale delle politiche editoriali SIMG, consigliere OMCeO Udine
Maria Gabriella Ceravolo, Medico Neurologo, Fisiatra, Professore Ordinario di Medicina Fisica e Riabilitativa, Università Politecnica delle Marche,
Simone Cernesi, Medico di Medicina Generale esperto in cure palliative e geriatria, medico di CRA-RSA, membro comitato esecutivo EAPC primary care SIG, Modena
Fabio Cervi, Responsabile Ufficio ambiente e patrimonio pubblico, comune di Maranello
Roksana Chakrokh, Neonatologo Bologna
Rosagemma Ciliberti, Professore associato di bioetica e storia della medicina, Università degli Studi di Genova, componente del Comitato Etico Territoriale (CET) Regione Liguria
Emiliano Cingolani, Medico anestesista rianimatore azienda ospedaliera San Camillo Roma
Manuela Ciosci, Medico Psichiatra Centro di salute mentale Cagliari 1
Cristiana Cipolla, infermiera, Milano
Giovanni Cipolotti, Medico, Treviso
Luisanna Cola, Direttore UOC Anestesia e Rianimazione AST FERMO Marche
Carlo Coniglio, Medico, Bologna
Mariasole Conte, Medico pediatra, Napoli
Edoardo Conticini medico, dottorando di ricerca, Università degli Studi di Siena
Giulio Corgatelli, Componente Comitato Etico Territoriale CET L6 PV BG BS
Ines Corti, professoressa di Diritto privato, Università di Macerata e Consulta di Bioetica Onlus
Stefano Corso, assegnista di ricerca in diritto privato, Università di Padova
Giusy Cosco, professoressa associata di Diritto privato, Università Magna Graecia di Catanzaro
Maura Coveri, Geriatra, Bologna
Lucia Craxì, ricercatrice di Bioetica, Università degli Studi di Palermo
Matteo Cresti, Ricercatore t.d. a) in Filosofia Morale, Università degli Studi di Torino
Sara Crisanti, Anestesista Rianimatore, A.O. San Camillo Forlanini, Ro
Samuele Crudo, Anestesista Rianimatore, H San Giovanni Bosco, Torino
Alberto Cucino, medico anestesista rianimatore, Ospedale S. Chiara di Trento, APSS Trento
Matteo Cucino, medico anestesista rianimatore, Torino
Delia Da Mosto, Medica, Ordine dei medici di Venezia
Alessandra Dalla Gassa, medico specialista in nefrologia, Castiglione delle Stiviere
Filippo D’Ambrogi
Matteo D’Angelo, Avvocato del Foro di Venezia
Laura Vittoria De Biasi, Avvocata, Belluno
Piero De Carolis, Neurologo Bologna
Enrico De Cesaris, Anestesista rianimatore. CdS Molinette. Torino
Franca De Lazzari, già Direttore UOC Gastroenterologia OSA, Padova
Francesco De Lazzaro, Anestesista Rianimatore, Policlinico Umberto I Roma, Gruppo BIOETICA SIAARTI
Enrico Antonio De Micheli, Medico Chirurgo, già Primario Ospedaliero in Modena
Alessandra De Palma, medico legale, Bologna
Rossana De Palma, medico Governo Clinico, Bologna
Giovanni De Plato, ex docente unibo
Anna De Santi, Sociologa e formatrice
Elena De Santi Sarri, funzionario del SSN
Lucia De Zen, pediatra palliativista, Trieste
Katarzyna Debicka, medico Anestesista, AOSP Bologna
Michela del Vecchio, Avvocato del Foro di Cassino
Silvia Delitala, medico specialista in anestesia e rianimazione, ARNAS Brotzu, Cagliari
Ilaria Demurtas, infermiere Rianimazione, Cagliari
Carlo Descovich, medico internista staff direzione AUSL Bologna
Giulio Giovanni Desiderio, Medico, Bologna
Angelica Dessi, infermiera Rianimazione, Cagliari
Valentina De Tommasi, psicologa, psicoterapeuta, Azienda Ospedale Università di Padova
Rachele Ilaria Di Lorenzo, anestesista rianimatore INMI RO
Pietro Di Mari, Anestesista Rianimatore, terapista del dolore. ulss4 VO VE
Maurizio Di Masi, ricercatore di diritto privato, Università di Perugia
Mario Di Michiel
Paolo Diana, medico anestesista rianimatore, Azienda Ospedale Università Padova
Emily Diquigiovanni, assistente sociale specialista, giudice onorario presso il Tribunale dei Minorenni di Venezia
Daniele Donati, professore associato di Diritto Amministrativo, Alma Mater - Università di Bologna
Emilio D’Orazio, direttore del Centro Studi Politeia, Milano
Vincenzo Durante, ricercatore di diritto privato
Heba Safwat Mhmoued Abdo Elhadidy, Medico in formazione specialistica in Igiene e Medicina Preventiva, Università di Torino
Adelina Facci Tosatti, Presidente N.a.D. No al Dolore -ODV
Luciana Faccio, anestesista rianimatore Torino
Elena Falletti
Lucia Farabegoli, medico Bologna
Carla Faralli, emerita Università di Bologna
Anna Farina, Medico Anestesista Rianimatore, Roma
Laura Favretti, ginecologa
Luca Ferla, Anestesista Rianimatore, Legnano
Gilda Ferrando, professore f.r. di Diritto privato, università di Genova
Luisa Ferrari, ex insegnante Scuola Superiore, Consulta di Bioetica ONLUS
Donatella Ferri, Fisioterapista, Bologna
Salvatore Ferro, neuro epidemiologo Bologna
Davide Festi, Gastroenterologo, Bologna
Meris Fiamminghi, infermiera Ravenna
Angelo Fioritti, psichiatra, Bologna
Massimo Foglia, professore associato di diritto privato, Università degli studi di Bergamo
Giulio Formoso, farmacista, Reggio Emilia
Rosa Silvia Fortunato, infermiera, Bologna
Biancamaria Fraccaro, MMG- medico palliativista Ulss 6 Euganea. Padova
Lorenzo Franceschetti, Ricercatore in Medicina Legale, Università degli Studi di Milano
Vittorio Franciosi, Oncologo, presidente del Centro di Bioetica Luigi Migone di Parma, membro del CETAVEN Emilia Romagna
Giovanni Frezza, Medico, Bologna
Enrico Furlan, Ricercatore in Filosofia morale e bioetica, Università di Padova
Anna Galtarossa, infermiera referente cure palliative, Padova
Gloria Gamberini, Medico, Bologna
Fabrizio Gangi, Medico di Medicina Generale, Udine
Mariangela Garofalo, medica specialista in Anestesia-rianimazione e terapia del dolore, Asst Bergamo est
Maddalena Gasparini, neurologa, Milano
Edoardo Geat, anestesista rianimatore, presidente CEPC Trento
Simona Geminiani, Medico anestesista Rianimatore, Roma
Valentina Genco, medico in formazione specialistica in Anestesia e Rianimazione, Torino
Teresa Gentile, Anestesia e Rianimazione H San Camillo Roma
Andrea Gentilomo, Associato di Medicina legale, Università degli Studi di Milano
Giuseppe Giaimo, Professore ordinario di Diritto privato comparato. Università degli Studi di Palermo
Francesca Giardina, professore a riposo Università di Pisa, Comitato etica clinica Az. osp.univ. Pisa
Chiara Gibertoni, Direttore Generale IRCCS Azienda Ospedaliera-Universitaria di Bologna Policlinico di Sant’Orsola
Roberta Gilioli, Medico di Medicina Generale Spilamberto, Modena
Angela Gioia, palliativista Pisa
Germano Giordano, Medico Legale
Silvia Giorgis, anestesista rianimatrice Torino
Giorgio Giovannini, Medico, Bologna
Mariangela Girardi, Infermiera, Treviso
Guido Giustetto, Presidente Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri Torino
Maria Letizia Giuliacci, medico palliativista Padova
Mario Goffredo, infermiere salute mentale Trieste
Giovanni Gordini, Anestesia e Rianimazione, Bologna
Chiara Gori, anestesista rianimatore, AO San Camillo, Roma
Federica Gori, Dirigente Medico UO Medicina Legale - Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana
Gabriele Gori, Anestesia e Rianimazione Firenze
Michele Grandolfo, Epidemiologo
Grazia Grasso, direttore UO Fondazione Santa Lucia, IRCCS Roma
Michele Graziadei, Ordinario di diritto privato comparato, Università di Torino
Maria Guarino, Neurologia, Bologna
Martina Guarnera, Anestesia e Rianimazione, Bologna
Alessandro Guerroni, specialista in Oncologia. Varese
Gaetano Iapichino, già ordinario anestesia e rianimazione Unimi.it
Bruno Iarussi, Medico, Bologna
Giulia Ienco, Ricercatrice Unità di Bioetica, IRCCS Fatebenefratelli, Brescia
Mariella Immacolato, medico legale, direttivo Consulta di Bioetica Onlus, Comitato per l’Etica nella clinica Azienda Toscana Nord Ovest
Carlo Inversi, anestesista rianimatore INMI L. Spallanzani
Simonetta Jucker, Medica Milano
Laura Lama, Igiene e Organizzazione, Bologna
Andrea Lambertini, Medico, Bologna
Paolo Leandri, Medicina Interna, Bologna
Carlo Leggieri, anestesista rianimatore, Asst-Lodi
Marinella Lenzi, Ginecologa, Bologna
Francesca Leonardis, ricercatore Anestesia e Rianimazione Roma
Carlo Lesi, Medico, Bologna
Simona Linarello, Geriatra, Bologna
Paolo Lindaver, Psicologo-Psicoterapeuta, Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale.
Sebastiano Lizzio, Medico, Udine
Davide Lombardo, medico specializzando Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore, Ospedale S. Giovanni Bosco di Torino, UNITO
Ludovica Lorusso, docente di Logica e Filosofia della Scienza, Università di Sassari
Rosanna Lorusso, Medico Anestesista Rianimatore, Roma
Alessandra Lugaresi, responsabile UOSI Riab. Sclerosi Multipla IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna
Laura Maderna, Anestesista Rianimatore, ASST Lodi
Eugenia Magnanimi, anestesista rianimatore Policlinico Umberto I di Roma, membro del gruppo di studio di bioetica SIAARTI
Paolo Malacarne, medico già Direttore Anestesia e Rianimazione Ospedale di Pisa
Filippo Mamprin, Rianimazione ASST Bergamo est
Francesca Mancini, Medico, Anestesista Rianimatore, Roma
Adelmo Manna, professore emerito di diritto penale nell’Università di Foggia
Federica Mansutti, Psicologa psicoterapeuta, Padova
Franco Manti, Professore Associato di filosofia Morale Università di Genova
Manuela Mantovani, professoressa ordinaria di Diritto privato, Università di Padova
Maria Emilia Marcello, direttore Anestesia Rianimazione Cagliari
Fausto Marchetta, Farmacologo Clinico - Cardiologo, Bologna
Andrea Marchetti, medico in formazione specialistica in Oncologia Bologna
Sabrina Marchi, Medico Palliativista Usl Toscana Nordovest, Pisa
Giulia Marega, medico legale, Udine
Marialuisa Marino, medico palliativista, Bologna
Gaia Marsico, esperta in bioetica, coordinatrice Comitato per l’etica nella clinica, Az.USL.Toscana Nord ovest
Matteo Martinato, infermiere, Padova
Amelia Marzano, medico internista, Comitato scientifico Fondazione Hospice Trentino
Nicoletta Mascarello, medico pediatra, Vicenza
Luca Maschietto, medico di medicina generale, segretario regionale FVG SIMG, Trieste
Roberta Massi, infermiera, Rimini, Presidente Sole cooperativa sociale
Paolo Mazzini, medico anestesista rianimatore, Ospedale Sandro Pertini, Roma
Davide Mazzon, medico anestesista rianimatore, Direttore i.q. Anestesia e Rianimazione Ospedale di Belluno
Corrado Melega, Ginecologia/Ostetricia Bologna
Francesca Mengoli, medico, Bologna
Lorenzo Menozzi, medico legale, membro Comitato per l’Etica Clinica, Azienda USL Toscana Sud Est – Arezzo
Asia Mensi, coordinatrice infermieristica, Modena
Alessandro Mereu, medico di medicina generale AUSL Toscana Centro, Presidente Accademia Italiana Cure Primarie e membro Executive Board member European Forum of Primary Care
Isabella Merzagora, Professore ordinario di Criminologia, Medicina Legale
Giovanni Mignani, anestesista rianimatore, Bologna
Giulia Mineo, anestesista rianimatore, Palermo
Anna Mingazzini, medico in formazione specialistica, Bologna
Giovanni Mistraletti, professore associato di Anestesiologia, Università degli Studi di Milano, Direttore S.C. Rianimazione e Anestesia Legnano (MI)
Stefania Valeria Molinari, Medico Anestesista Rianimatore, Roma
Lucrezia Montaldo, medico d'emergenza-urgenza, Udine
Elena Moizo, dirigente medico, responsabile di unità funzionale - Anestesista Rianimatore - Terapia intensiva generale - Ospedale San Raffaele- Milano
Maria Teresa Montella, Direttore Sanitario IRST Meldola - Forlì
Giuseppe Moretto, Neurologo, Verona
Maurizio Mori, Presidente della Consulta di Bioetica Onlus, componente del Comitato Nazionale per la Bioetica
Giulia Morini, Responsabile di Servizio Sociale Territoriale (Provincia di Modena)
Barbara Mostacci, neurologa, Bologna
Roberto Muratori, Psichiatra, Bologna
Maria Grazia Nanni
Stefano Nava, Ospedale di Sant’Orsola, Università di Bologna
Margherita Neri, Prof.ssa di Medicina Legale, Università di Ferrara
Walter Neri, Neurologo Forlì
Michela Nesi, Medico palliativista Firenze
Paolo Frigio Nichelli, già Professore Ordinario di Neurologia, Università di Modena e Reggio Emilia
Massimo Nuti, funzionario del SSN
Giulia Oddino, MMG Ovada
Luciano Olivero, professore di diritto privato, Università di Torino
Carlo Olivieri, medico, Direttore Anestesia e Rianimazione Ospedale Sant’Andrea di Vercelli
Giacomo Orlando, Medico, Consulta di Bioetica Onlus
Luciano Orsi, medico rianimatore e palliativista, Crema
Lamberto Padovan, anestesista Rianimatore. Comitato Etico per la Pratica Clinica Aulss 6 Padova
Cecilia Pagano, medico anestesista rianimatore AO Ordine Mauriziano Torino
Elisabetta Palermo, già Professore Associato di diritto penale. Università degli studi di Padova
Giuseppa Palmeri, Professoressa ordinaria di diritto privato dell’Università di Palermo
Elisabetta Palmieri, geriatra ausl Ferrara
Paolo Pandolfi, medico di igiene, medicina preventiva, sanità pubblica ed epidemiologia, Bologna
Andrea Papparella
Marco Paradisi, Infermiere di Cure Palliative, AUSL di Modena
Elena Pariotti, Professoressa ordinaria di Filosofia del diritto, Università di Padova
Mauro Pasqua, anestesista rianimatore ASST Vallecamonica
Teresa Pasquino, Professoressa ordinaria di diritto privato, Università di Trento
Nicolò Antonino Patroniti, Professore Associato di anestesiologia, Università di Genova
Pio Pavone, Internista Professore CFMG, Università Chieti
Franco Peccolo, Medico di Medicina Generale, Conegliano TV
Grazia Pecorelli, Medico di Emergenza-Urgenza, AUSL Bologna
Paolo Pellegrini, Pediatra
Mariacristina Pellegrino, Infermiera pediatrica Ospedale Infantile Regina Margherita
Barbara Pezzini, Professoressa ordinaria di diritto costituzionale, Università di Bergamo
Claudia Piccioni, Medico di Medicina Generale, Aosta
Cosimo Picoco, Medicina di Emergenza-Urgenza, Bologna
Franco Pieropan, Medico di Medicina Generale. Conegliano TV
Antonella Piga, medico legale, Università degli Studi di Milano
Samuela Pinato, Farmacista
Cristina Pinerolo de Septis, medico nefrologa presso ASST Ovest milanese e coordinatrice del gruppo di lavoro lombardo sulle cure palliative in nefrologia
Emilio Pisano, Chirurgo Vascolare, Bologna
Alessandra Pisu, Professoressa associata di diritto privato dell’Università degli Studi di Cagliari
Giuliana Pitacco, docente di Bioetica Università degli studi di Trieste e di Udine
Valerio Pocar, già ordinario di bioetica Università Milano-Bicocca
Lisa Pola, Medico Chirurgo, Specialista in Urologia, Ospedale Civile di Dolo
Marisa Polesana, consulente in comunicazione - Consulta di Bioetica Onlus
Ludovica Poli, Professoressa associata di diritto internazionale dell’Università degli Studi di Torino
Giovanna Politi, Medico anestesista rianimatore policlinico San Martino Genova
Anna Pompili, Ginecologa, Roma
Paola Ponton, psicologa, Udine
Daniele Poole, medico, terapia intensiva, Belluno
Corinna Porteri, responsabile Unità di Bioetica, IRCCS Fatebenefratelli, Brescia
Debora Provolo, professoressa associata di diritto penale, Università di Padova
Eugenio Pucci, neurologo UOC Neurologia AST Fermo, Coordinatore Gruppo di Studio di Bioetica e Cure Palliative della Società Italiana di Neurologia, Direttivo Consulta di Bioetica
Chiara Pugni, medico di medicina generale esperto in cure palliative
Ilenia Pupino, CPSI San Filippo Neri Roma
Mattia Quargnolo, medico direzione sanitaria AUSL Romagna
Flavia Rallo, Direzione Medica Ospedali Maggiore e Bellaria AUSL Bologna
Andrea Razzore, chirurgo generale Ospedale Galliera, Genova
Dario Redaelli, MMg Lecco
Chiara Ricci, Medico in formazione specialistica in Oncologia Medica, Bologna
Luigi Riccioni, anestesista-rianimatore San Camillo-Forlanini, Roma
Gianluca Ricco, Medico in formazione specialistica, Bologna
Chiara Riforgiato, anestesista-rianimatore Ospedale Santa Corona Pietra Ligure
Elisa Righini, Psicologa Psicoterapeuta, Psicologia Ospedaliera, Azienda Usl Bologna
Silvio Riondato, già ordinario di diritto penale nell'Università degli Studi di Padova
Sergio Rizzo, giornalista, pensionato
Loreta Rocchetti, medico, coordinatrice Comitato Scientifico Fondazione Hospice Trentino
Daniele Rodriguez, già professore ordinario di Medicina legale nell'Università degli Studi di Padova
Franco Romagnoni, geriatra, Ferrara
Hilde Romano, Anestesista Rianimatore, Policlinico Umberto I di Roma
Paola Rossi, Medico di Medicina Generale Interpares Cure Palliative RLCP, Sassuolo (MO)
Ennio Rota, Neurologo, Milano
Elena Ruggiero, Geriatra Palliativista, Istituto Oncologico Veneto, Padova
Daniele Ruggiu, professore associato di Teoria Generale del Diritto, Università di Padova
Elisa Russo, Medico di Medicina Generale, Pisa
Damiano Marcello Sabatino, Anestesista Rianimatore, Palermo
Arianna Sabot, Medico Legale, Pordenone
Marco Sacchi, Anestesista Rianimatore, Milano
Noemi Sacchi, Anestesista Rianimatore ASST Bergamo Est
Alberto Saccomani, Agente Pubblicitario RAI
Gabriela Sangiorgi, Anestesia e Rianimazione, Bologna
Chiara Sansovini, anestesista rianimatore, Torino
Elio Santangelo, specialista in medicina legale e delle assicurazioni
Pier Luigi Santi, professore emerito, Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica, Università degli Studi di Genova
Massimo Sartori, Medico, Consulta di Bioetica ONLUS
Irene Saterini, Docente, Vicenza
Luca Savarino, Professore di Bioetica, Università del Piemonte Orientale, Membro del Comitato Nazionale di Bioetica
Silvana Savoldelli, avvocato, Milano
Barbara Schiavon, avvocata del Foro di Treviso
Simona Sechi, Medico Anestesista Rianimatore, Roma
Federico Semeraro, Medico Anestesista Rianimatore, Bologna
Leonardo Semeraro, Medico Palliativista USl Toscana Nord Ovest, Pisa
Carlo Serantoni, Medico, Bologna
Chiara Seresin, Medico geriatra, Azienda Ospedale-Università, Padova
Elisabetta Sevegnani, medico anestesista-rianimatore; Cure Palliative - Trento
Mauro Silingardi, Medicina Interna, AUSL Bologna
Diego Silvestri, medico psichiatra Vicenza
Ada Simmini, infermiera, Lecce
Giuseppina Simone, Medico Nefrologo Firenze
Luigi Simonetti, Neurointerventista, Ospedale Maggiore AUSL Bologna
Alfredo Simoni, ricercatore a riposo in Fisiologia, Università di Pisa
Silvia Soffritti, medico palliativista pediatrico, Bologna
Alessandra Solari, neurologa Milano, componente CET Lombardia 1
Silvia Sorriva, medico in formazione (Medicina Generale), Modena
Elisa Spada, oncologo medico, disciplina cure palliative, ULSS 9 scaligera Verona
Gustavo Spadetta, Anestesista Rianimatore, Università Sapienza - Roma
Barbara Spadotto, psicologa, psicoterapeuta, specialista in neuropsicologia
Irene Steinberg, Anestesista Rianimatore, città della salute e della scienza di Torino
Elisa Stra, Anestesista Rianimatore, ASO Ordine Mauriziano di Torino
Francesca Succu, presidente Associazione per l’Amministrazione di sostegno, Veneto
Lilia Tabacaru, Medico in Formazione Specialistica (Cure Palliative) Università di Padova
Silvio Taddei, Fisiatra, Bologna
Stefania Taddei, Anestesia e Rianimazione, Bologna
Francesca Talami, PhD Istituto di Neuroscienze, CNR Parma
Jacopo Tamanti, Medico palliativista, AUSL Bologna
Luciana Tanoni
Simona Tantillo, Anestesista Rianimatore Bologna
Daniela Tarquini, neurologa, Roma
Ines Testoni, Professoressa ordinaria di Psicologia sociale
Persio Tincani, professore associato di filosofia del diritto, Università di Parma
Marta Tomasi, professoressa di diritto costituzionale comparato, Università di Trento
Silvia Tombini, Medico Legale Piacenza
Chiara Toni, medico legale, Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana
Carla Tonin, PHD in Diritto Costituzionale, Padova
Franco Toscani, Medico palliativista, Cremona
Susanna Trombetti, Pediatra, Bologna
Marco Tuono, Professore a contratto di Etica della comunicazione
Marina Turci, medico geriatra
Silvia Tusino, Ricercatrice in Filosofia morale e bioetica, Università di Padova
Francesco Usai, Anestesista Rianimatore ARNAS Brotzu Cagliari
Ilaria Vacca, caporedattrice dell’Osservatorio Malattie Rare
AnnaMaria Vaccargiu, Medico di famiglia
Marcello Valdini, medico-legale, Piacenza
Danila Valenti, medico palliativista,direttrice rete delle cure palliative AUSL di Bologna
Alessandra Vancini, Neonatologo Ospedale Maggiore-Bologna
Vilma Varvo, Psicologa Psicoterapeuta.Direttivo Consulta di Bioetica onlus
Claudio Velati, Medicina Trasfusionale, Bologna
Giulia Vendemiati, Anestesista Rianimatore Torino
Giuseppe Ventriglia, medico di famiglia; socio fondatore della SIMG, società italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie
Marco Vergano, Anestesista Rianimatore, Ospedale S. Giovanni Bosco di Torino, Sezione di Bioetica SIAARTI
Cristina Vianello, Bioeticista - Giurista, La Consulenza Bioetica, Verona
Valentina Vignola, Psicologa Psicoterapeuta Rete Locale Cure Palliative Azienda USL di Piacenza
Cristina Vito, Medica di Medicina Generale, Maglie (LE)
Alberto Vivaldo, medico specializzando Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore; UNITO
Claudia Voena, Professore Associato - Tecniche di Medicina di Laboratorio Università di Torino
Laura Volta, Psicologa Psicoterapeuta, Rete Cure Palliative AslRoma 2 Roma
Massimo Zambon, direttore Anestesia e Rianimazione, Cernusco sul Naviglio (MI)
Nereo Zamperetti, medico anestesista-rianimatore in pensione, Vicenza
Marco Zanello, Anestesia e Rianimazione, Bologna
Federico Zanon, dirigente psicologo AULSS3 Serenissima, coordinatore area adulti SerD Mestre
Veronica Zavagli, psicologa psicoterapeuta, RLCP Azienda USL di Modena
Diana Zarantonello, medico specialista in nefrologia, Trento
Angelo Ziosi, Medico, Bologna
Nadia Zorgno, Medico di Medicina Generale, Conegliano TV
Grazia Zuffa, psicologa, Componente del Comitato nazionale per la Bioetica
Enrico Zuliani, Medico Chirurgo, Medico in Formazione Specialistica in Oncologia Medica, Bologna
Silvia Zullo, professoressa associata di filosofia del diritto e bioetica, Università di Bologna

16 maggio 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy