Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 09 DICEMBRE 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Pubblicità sanitaria, in 4 mila per una petizione in nome della trasparenza


La Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri si scaglia contro la pubblicità ingannevole in ambito sanitario. Presto sarà presentata una petizione al Presidente della Repubblica e al ministro della Salute. È possibile aderire all’istanza, ideata da Gilberto Triestino, odontoiatra iscritto a entrambi gli albi dell’Ordine di Roma. Ecco la PETIZIONE.

09 FEB - La pubblicità sanitaria dev’essere corretta ed onesta, la salute non è un bene che si vende. Lo sostengono, in modo unanime, quasi 4 mila persone, tra compresi i membri della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Ma la loro non è una semplice richiesta che, come tante altre, potrebbe rimanere inascoltata.
 
L’hanno messa nero su bianco in una petizione che presto sarà inviata al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. L’iniziativa è di Gilberto Triestino, odontoiatra iscritto a entrambi gli albi dell’Ordine di Roma. Il dottore ha diffuso la petizione attraverso la piattaforma Change.org e in pochi giorni ha già raggiunto 3.817 sostenitori.
 
Tutti i firmatari sostengono il contenuto dell’istanza: “la gente non dev’essere illusa da messaggi accattivanti ma falsi – si legge nella petizione – l’ordine dei medici garantisce correttezza”, una correttezza che l’ordine professionale vorrebbe poter garantire non solo sui messaggi degli iscritti ma anche su quelli di tutti gli altri. Sotto la lente di controllo, dunque, dovrebbero finirci tutti i messaggi pubblicitari in campo sanitario, anche quelli che partono da soggetti terzi, catene e società commerciali.
 
“Non stiamo difendendo gli interessi di una categoria – ha spiegato Triestino, motivando la sua petizione - Vogliamo che i cittadini vengano curati con onestà e competenza e che gli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri controllino preventivamente la veridicità dei messaggi pubblicitari per iscritti e persone giuridiche”.
 
Sulla questione è intervenuto anche il Presidente della Cao nazionale, Giuseppe Renzo, che ha inviato una circolare a tutti e 106 i presidenti delle Cao per invitarli, anche ufficialmente, ad aderire ad un’inziativa che ha definito brillante e coinvolgente. “Nell’esprimere il plauso al collega dr- Triestino, mi permetto di definire la firma della sua petizione un fatto etico - ha detto Renzo - dobbiamo, tutti insieme, mobilitarci per difendere la Salute delle persone e la Professione”. Ha poi concluso invitando i Presidenti a divulgare la notizia, invitando gli iscritti a firmare e condividere la petizione.

09 febbraio 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy