Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 21 OTTOBRE 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Medico scolastico. La proposta dei M5S piace a Magi (Omceo Roma): “Tutela e formazione per la salute dei ragazzi”


Attuazione delle norme igieniche, ma non solo. Il medico scolastico potrebbe occuparsi di educazione sanitaria e intercettare se un bambino soffre di qualche disturbo. Ma anche rispondere alle domande dei ragazzi su argomenti magari imbarazzanti con i genitori. “Insomma, sarei contento se i miei figli avessero una figura di riferimento all'interno della loro scuola”, spiega il preside Antonio Magi, che dice sì alla proposta del M5S del Lazio.

09 LUG - Il ripristino della figura del medico scolastico, al centro di un un ordine del giorno del M5S recentemente approvato dal Consiglio regionale del Lazio, è un’idea che piace al residente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi.

“E’ una notizia assolutamente positiva. Credo che questa figura dovrebbe essere istituita a prescindere dall'emergenza Covid-19 - ha detto Magi intervistato dalla Dire- Questo medico diventerebbe un referente al quale chiedere informazioni, e non mi riferisco solo alle norme igieniche o 'limitarsi' a svolgere una visita per sincerarsi se il ragazzo o la ragazza stanno bene, ma piuttosto credo che potrebbe essere una voce autorevole che si occuperebbe di educazione sanitaria, che va impartita sin da piccoli”.

Inoltre, “potrebbe intercettare se un bambino soffre di qualche disturbo e un ragazzo potrebbe anche rivolgersi a lui per parlare di argomenti magari imbarazzanti con i genitori. Insomma, sarei contento se i miei figli avessero una figura di riferimento
all'interno della loro scuola”, spiega Magi.

Il presidente dell’Omceo di Roma ha evidenziato come “possano sembrare cose sciocche, ma è utile che un professionista insegni in età scolare come lavarsi le mani, disinfettarsi, e direi, nelle scuole superiori, anche sapere effettuare le manovre per la disostruzione delle vie aeree e di rianimazione cardiaca. Negli Stati Uniti, ad esempio, è obbligatorio seguire questi corsi, senza cui non si può conseguire la maturità. Questo per fare in modo che ogni persona sia preparata a intervenire in caso di urgenze”.


Per Magi il ripristino del medico in ogni scuola potrebbe anche “rappresentare la svolta per tutti quei medici che sono bloccati nell'imbuto formativo e che in questo momento non possono accedere alle scuole di specializzazione e nemmeno nella scuola di medicina generale. Sono molti i colleghi che in questo momento che non lavorano perché non essendo specializzati non possono entrare nel Ssn. Parlo del famoso 'imbuto formativo' dei ‘camici grigi' che sono ben 15mila in Italia”.

09 luglio 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy