Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 20 SETTEMBRE 2017
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Farmaci. Accordo Novartis-Gsk su prodotti oncologici, vaccini e Otc

Novartis ha inoltre annunciato di aver raggiunto, in una transazione separata, un accordo definitivo con Eli Lilly and Company (Lilly) per la cessione della Divisione Animal Health, focalizzando ulteriormente il suo portfolio sui principali business ad alta innovazione: farmaceutici, cura dell’occhio e generici.

22 APR - Novartis ha annunciato oggi di aver raggiunto un accordo definitivo con GlaxoSmithKline plc (GSK) circa il cambio di determinati asset, al fine di creare una leadership mondiale in alcuni segmenti chiave e focalizzare il portfolio prodotti del Gruppo. Questo accordo prevede che Novartis rafforzi l’innovativo business farmaceutico tramite l’acquisizione dei prodotti oncologici di GSK, vendendo i Vaccini (esclusi quelli influenzali) a quest’ultima. Le due aziende hanno anche dato vita a una joint venture, unendo le rispettive divisioni di prodotti da banco per creare un business a livello mondiale in questo settore. Il Gruppo ha inoltre annunciato di aver raggiunto, in una transazione separata, un accordo definitivo con Eli Lilly and Company (Lilly) per la cessione della Divisione Animal Health, focalizzando ulteriormente il suo portfolio sui principali business ad alta innovazione: farmaceutici, cura dell’occhio e generici. A darne notizia, una nota della Novartis.

"Queste operazioni segnano un momento di trasformazione per Novartis. Ci permettono di focalizzarci sui business principali, ad alta innovazione e di dimensioni globali. Ci rafforzano anche finanziariamente e si prevede che, già nell’immediato, migliorino i nostri margini e i nostri tassi di crescita”, ha dichiarato Joseph Jimenez, CEO di Novartis. "Abbiamo anche dato vita a un leader mondiale nel settore dei farmaci da banco, grazie alla joint venture con GSK. Riteniamo che la cessione delle nostre divisioni minori, Vaccini e Animal Health, ci metta in condizione di realizzare valore immediato per i nostri azionisti e che tali divisioni beneficeranno del fatto di essere parte di grandi realtà di business, che operano su scala mondiale e sono leader nei rispettivi segmenti. Ci saranno vantaggi anche per i pazienti, che potranno trarre beneficio dai più alti livelli di innovazione che questo nuovo focus ci permetterà di raggiungere. Guardando al futuro, queste scelte permetteranno a Novartis di posizionarsi ancora meglio nell’ambito nelle future dinamiche del settore sanitario."


Termini contrattuali e finanziari dell’accordo
Acquisizione di prodotti oncologici di GSK
Novartis ha raggiunto l’accordo per l’acquisizione di prodotti oncologici GSK per 14,5 miliardi di dollari e fino a 1.5 miliardi soggetti a determinate condizioni di sviluppo. Secondo i termini dell’accordo, Novartis disporrà dei diritti di opzione sulla pipeline di R&S oncologica, attuale e futura, di GSK. Secondo i termini dell’accordo, Novartis disporrà dei diritti di opzione sulla pipeline di R&S oncologica, attuale e futura, di GSK.

Dismissione dei Vaccini a GSK
Novartis ha concordato la cessione del proprio business nei vaccini a GSK, con l’esclusione del business dei vaccini antinfluenzali, per 7,1 miliardi di dollari più le royalty. Di questi 7,1 miliardi, 5,25 di pagamento anticipato e fino a 1,8 soggetti a determinate condizioni. All’interno della sua strategia di ‘massimizzazione del valore’ in relazione al portfolio, Novartis ha avviato nuove procedure di vendita per il business influenzale.

Accorpamento di Novartis OTC e GSK Consumer Healthcare in una joint venture
Novartis e GSK hanno stabilito di creare un business leader a livello mondiale nei prodotti rivolti ai consumatori. Una volta completata la transazione, Novartis possiederà una quota del 36,5% della joint venture e quattro degli undici posti nel Board della joint venture. Inoltre, Novartis disporrà dei normali diritti di socio di minoranza e dei diritti di uscita sulla base di un meccanismo di pricing predefinito in base al mercato.

Dismissione della Divisione Animal Health Division a Lilly
In una transazione separata, Novartis ha concordato la dismissione della Divisione Animal Health a Lilly per circa 5,4 miliardi di dollari. Questa transazione è frutto di un processo competitivo che, una volta concluso, creerà un business leader nel settore della salute animale, guidato da Lilly, e ottimizzerà il valore degli asset nell’interesse degli azionisti Novartis.


Ecco i dettagli dell’operazione descritti nella nota della Novartis

“Per sostenere finanziariamente gli impegni di Novartis in queste transazioni si prevede di utilizzare una combinazione della liquidità in eccesso al momento della chiusura dell’accordo, degli strumenti finanziari a breve termine e, se necessario, di nuove obbligazioni.
Novartis continua a essere impegnata nel mantenere la doppia A nel proprio rating.

Gli elementi della transazione con GSK sono inter-dipendenti e soggetti all’approvazione da parte degli azionisti GSK. Tutte le transazioni sono soggette a determinate condizioni per la chiusura, comprese le approvazione da parte dell’antitrust. Il Board di Novartis ritiene, all’unanimità, che le transazioni avviate con GSK e quella con Lilly siano nel pieno interesse di Novartis e dell’insieme dei suoi azionisti. Si prevede che la transazione con Lilly venga conclusa entro la fine del primo trimestre 2015 e che quella con GSK si concluda nella prima metà del 2015.

Per i business dismessi, nel momento in cui verranno concluse le rispettive transazioni sono previste entrate eccezionali. Maggiori dettagli circa la classificazione delle operazioni in via di dismissione verranno diffusi durante il secondo trimestre 2014.

Il fatturato netto 2013 per i Vaccini Novartis (segmento influenza compreso) è stato di circa 1,4 miliardi di dollari[2]. Il fatturato netto di OTC è stato di 2,9 miliardi e quello di Animal Health di 1,1 miliardi.

Creare business leader mondiali accrescendo il livello di innovazione offerto ai pazienti
Si prevede che l’acquisizione dei prodotti oncologici di GSK da parte di Novartis rafforzi ulteriormente il business Oncology e migliori il profilo di crescita del portfolio ‘combinato’. Novartis dispone di una delle più solide e articolate pipeline oncologiche del settore, con oltre 25 nuove entità molecolari mirate per i principali pathway oncogenici e 24 studi pivotali attualmente in corso su 16 nuovi prodotti e indicazioni. Si prevede che l’aggiunta dei prodotti GSK espanda ulteriormente la posizione di Novartis nell’ambito delle terapie mirate e delle piccole molecole.
Sulla base della solidità e della profondità delle competenze di Novartis nella R&S, si prevede che l’azienda sia in grado di ottimizzare queste molecole. In particolare, la portata di Novartis in termini di competenze per lo sviluppo e la commercializzazione dei prodotti oncologici porrà inoltre le basi per ottimizzare i lanci di due prodotti di recente approvazione per il melanoma metastatico, Tafinlar®, inibitore di B-RAF, e Mekinist(TM), inibitore di MEK, rendendo l’azienda leader nel trattamento del melanoma. Si prevede inoltre che, nelle nostre mani, l’inibitore di VEGFR Votrient®, per il carcinoma a cellule renali, possa raggiungere un numero maggiore di pazienti. Votrient si è dimostrato significativamente efficace come trattamento di prima linea per il cancro al rene ed ha inoltre evidenziato le potenzialità per l’utilizzo come trattamento adiuvante. Tra gli altri prodotti interessati dalla transazione ci sono Tykerb® per il cancro al seno HER2+ metastatico, Arzerra® nella leucemia linfatica cronica, e Promacta® per la trombocitopenia. Novartis godrà dei diritti di opzione sulla pipeline di R&S oncologica di GSK, attuale e futura, che potrebbe essere una fonte di nuove molecole e nuovi target terapeutici. Le entrate per i prodotti oncologici GSK appena acquisiti sono state, nel 2013, pari a circa 1,6 miliardi di dollari.
La joint venture tra Novartis OTC e GSK Consumer Healthcare porterà alla nascita di un leader mondiale nell’ambito consumer healthcare, con circa 10 miliardi di fatturato annuo e posizioni di leadership nelle quattro categorie OTC fondamentali: Benessere, Salute della Bocca, Nutrizione e Salute della Pelle. La joint venture comprenderà numerosi marchi affermati, con circa la metà delle vendite derivanti da brand che registrano entrate annue superiori ai 300 milioni di dollari. A livello geografico, l’area coperta interesserebbe tutte le region, con presenza commerciale nei paesi in via di sviluppo come nei mercati emergenti quali Brasile, Cina, Messico e Russia.
Novartis Vaccines entrerà a far parte di un leader mondiale nel segmento dei vaccini, di proprietà di GSK. Si prevede che il business ‘combinato’ raggiunga una posizione di rilievo nell’area pediatrica e in quella dei vaccini per la meningite. È inoltre verosimile che la posizione di GSK rafforzi ulteriormente, dal punto di vista commerciale, le potenzialità del lancio di Bexsero®. Inoltre, GSK ha la capacità di sostenere finanziariamente la pipeline nei vaccini e, potenzialmente, ampliare l’impegno nelle attività di R&S legate alla ricca pipeline.

Offrire un valore rilevante agli azionisti
Si prevede che l’acquisizione dei prodotti oncologici GSK stimoli la crescita top-line e crei valore facendo leva sulle più solide competenze, a livello commerciale e di sviluppo, di Novartis, e sull’accesso a nuove terapie innovative.
La creazione di un leader mondiale nel business consumer healthcare ci mette a disposizione una significativa quota del valore creato in questo stimolante segmento grazie al portfolio prodotti complementari, di scala, e all’area geografica. La quota di Novartis nella joint venture sarà commisurata al valore della Divisione OTC.
I termini contrattuali della dismissione del business Vaccini massimizzeranno il valore della pipeline della divisione stessa, compreso Bexsero.
La dismissione di Animal Health rifletterà il valore del business.
Si prevede che queste transazioni migliorino le entrate di Novartis e le percentuali di crescita del risultato operativo ‘core’, migliorando i margini[1]. Ciascuna transazione è stata progettata al fine di creare valore.
Queste operazioni rappresentano un momento di trasformazione per Novartis. Con i nostri business principali, siamo leader in segmenti di mercato ad alta crescita. Questo ci mette in condizione di continuare nella costruzione dell’azienda farmaceutica più rispettata e di maggior successo al mondo. Il nostro focus strategico sull’innovazione scientifica e la nostra portata mondiale ci permettono di fronteggiare al meglio i cambiamenti del settore farmaceutico nel decennio a venire e oltre”.
 
Fonte: Ufficio stampa Novartis
 

22 aprile 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy