Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 01 OTTOBRE 2016
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Francia. Grave incidente durante un test a Rennes di un nuovo farmaco contro il dolore. Un morto e 5 persone in gravi condizioni

Ma, contrariamente a quanto detto in un primo momento, il prodotto farmaceutico sotto trial di fase 1 non contiene cannabis né suoi derivati. Il fatto è accaduto in un laboratorio della Biotrial dopo che alcuni volontari avevano assunto una molecola sperimentale. Il centro di ricerche si difende e sostiene che sono state rispettate tutte le misure di sicurezza e di emergenza.

15 GEN - Una persona in morte cerebrale e cinque persone in gravi condizioni. Questo il primo bilancio di un grave incidente durante la sperimentazione di un nuovo farmaco in Francia. Il fatto è accaduto a Rennes presso i laboratori di Biotrial, un centro clinico privato autorizzato e specializzato nelle sperimentazioni, dopo un test per uno studio clinico di fase 1 al fine di valutare la sicurezza, la tollerabilità e i profili farmacologici di una nuova molecola su volontari sani.
 
Il Ministro della Salute Marisol Touraine ha fatto partire le ispezioni e si è recata sul posto. “Alle famiglie dei pazienti va tutta la mia solidarietà. Con profonda determinazione andremo a fondo e stabiliremo tutte le responsabilità di questo tragico incidente”.
 
Nel corso di una conferenza stampa nella serata di oggi, Marisol Touraine ha sottolineato che il farmaco testato è un prodotto finalizzato a combattere il dolore,  ma  che "non contiene cannabis o dei suoi derivati",  contrariamente a quanto aveva detto il procuratore di Parigi inizialmente.

 
Sei persone ricoverate in ospedale. Una delle persone che hanno partecipato a questo studio clinico è in stato di morte cerebrale e altre cinque sono state ricoverate presso l'Ospedale Universitario di Rennes. Tre di loro potrebbero soffrire di una disabilità "irreversibile", secondo il professor Pierre-Gilles Edan.
 
In tutto sono 90 le persone cui è stata somministrata la molecola testata a Rennes. Lo ha detto sempre il ministro della Salute in conferenza stampa. Dovranno ora sottoporsi a test specifici e per questo sono invitate a contattare le autorità che hanno istituito un numero verde dedicato.
 
"Per quanto a nostra conoscenza, tutte le normali procedure di realizzazione di questo studio e tutte le procedure di emergenza erano state seguite”, ha detto Jean-Marc Gandon, presidente di Biotrial. “Lo studio clinico è stato immediatamente arrestato non appena si è manifestata l'insorgenza di sintomi allarmanti. Il mio primo pensiero va a questi volontari e alle loro famiglie”, ha aggiunto Gandon.
 
"Tutti coloro che hanno fatto parte di questo gruppo sono ancora in ospedale", ha aggiunto il presidente della Biotrial. Inoltre, alcuni volontari hanno partecipato in precedenza con dosi più basse allo stesso trial. 
 
"Non abbiamo alcuna intenzione di far correre rischi a nessuno", ha detto Gandon. "Oggi le nostre principali preoccupazioni sono queste persone e il loro stato di salute. Alle conseguenze per Biotrial, ci penseremo in un secondo momento".

 

15 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy