Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 20 NOVEMBRE 2018
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Menopausa. Con dieta vegana sintomi meno gravi

Un regime alimentare vegano, senza carne e latticini, potrebbe aiutare le donne in menopausa ad accusare meno sinomi e con un grado di dolore più contenuto, soprattuto a livello vasomotorio. È quanto emerge da uno studio americano che ha preso in considerazione 429 donne

04 APR - (Reuters Health) – Le donne che seguono una dieta vegana potrebbero avere meno sintomi, e comunque meno gravi, in menopausa, rispetto alle loro controparti onnivore. A evidenziarlo è stato uno studio coordinato da Cynthia Radnitz, della Fairleigh Dickinson University di Teaneck, in New Jersey. I risultati sono stati pubblicati su Maturitas.

Lo studio
L’indagine è stata condotta su 429 donne, di cui 87 erano in perimenopausa, e di queste 30 erano vegane, e 342 erano in postmenopausa, di cui 95 erano vegane. Le donne avevano un’età compresa tra 45 e 80 anni e hanno risposto a un questionario su sintomi della menopausa, dieta e altri fattori di stile di vita come esercizio fisico, dipendenza dal fumo o se assumevano una terapia sostitutiva ormonale. Dai risultati è emerso che le vegane, che non mangiavano carne e latticini, valutavano i sintomi vasomotori un terzo meno gravi rispetto alle donne che mangiavano cibi di origine animale.

Inoltre, le vegane presentavano il 25% in meno di sintomi gravi, come dolori articolari e muscolari, letargia e problemi del sonno. In particolare, poi, un aumento del consumo di soia sarebbe stato associato a sintomi meno gravi, mentre mangiare una maggiore quantità di verdure è consigliabile per i sintomi vasomotori più fastidiosi e l’assunzione di verdure a foglie verdi sarebbe legata a una riduzione dei sintomi fisici.


Secondo gli autori, alcune stime evidenziano che tra il 60% e l’80% delle donne di mezza età ha vampate di calore e sudorazioni notturne durante la transizione della menopausa. Questi sintomi possono durare fino a quando le donne stanno avranno sessanta o settanta, anche se per la metà delle donne la durata è di circa cinque anni o meno.

I commenti
“I sintomi della menopausa, in particolare quelli vasomotori come vampate di calore ed eccessiva sudorazione notturna, possono essere spiacevoli. Sarebbe bello se il semplice passaggio a una dieta vegana potesse alleviare la gravità di questi sintomi”, ha dichiarato Radnitz. “Penso che questi risultati siano incoraggianti, ma è un piccolo studio e necessita di essere replicato”, ha dichiarato JoAnn Manson, del Brigham and Women’s Hospital di Boston. Inoltre, la gestione dei sintomi della menopausa non è univoca. “una dieta vegana sembra essere più efficace all’inizio della menopausa ma potrebbe non funzionare più in là”, ha aggiunto l’esperto.

In ogni caso, il passaggio a una dieta vegana potrebbe avere altri vantaggi oltre a quello di controllare i sintomi della menopausa, ha spiegato Manson, secondo il quale ridurre il consumo di carne rossa e di prodotti a base di carne è associato a una riduzione del rischio di malattie cardiache, ictus, diabete e probabilmente cancro.

Fonte: Maturitas

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

04 aprile 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy