Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 13 LUGLIO 2020
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Parto sicuro. Ostetriche Syrio su ddl Binetti-Di BIagio e BabyBirth: “Servono approfondimenti e confronto”


Dubbi sul dispositivo anche per la Società italiana di Scienze ostetrico-Ginecologico-Neonatali. La presidente Miriam Guana chiede a Binetti e Di Biagio di condividere con le ostetriche la definizione di percorsi nascita, così come le proposte di formazione professionale dell’ostetrica.

17 MAR - “Ovviamente si condivide l’iniziativa, soprattutto quando il problema viene affrontato con il coinvolgimento degli esperti e secondo un approccio multidisciplinare e multi professionale”, ma per la Società italiana di Scienze ostetrico-Ginecologico-Neonatali (Syrio) occorre valutare con maggiore attenzione le evidenze sui benefici della fascia Baby Birth, così come avviare un approfondito confronto su percorso nascita, parto e formazione delle ostetriche. La Syrio interviene così sul dibattito nato nei giorni scorsi sul ddl Norme per l'incremento del livello di sicurezza nel parto naturale dell'on.le Paola Binetti (Ap).

“A seguito delle dichiarazioni della presidente Maria Vicario della FNCO, su QS nel suo articolo ‘Ostetriche contro DDL Binetti. A difesa del diritto delle donne ad un parto sicuro e naturale’ a cui ha fatto seguito un intervento tempestivo dell’on. Paola Binetti 'Ma perché le ostetriche parlano solo di Baby Birth?’, anche Syrio rispetto al ddl del 2015 intende, per ora, riprendere solo l’argomento “fascia gonfiabile per un parto normale e sicuro”, spiega la Società in una nota.

 
Per Syrio “una curiosità spontanea ed immediata, di voler ritornare sulla questione, nasce dal fatto che leggendo il ddl del 2015, si rileva che, rispetto ad altre pratiche ed indirizzi, viene data molta enfasi al dispositivo Baby Birth, ovvero più di una pagina. Si riportano alcuni passaggi: .. “fascia ergonomica gonfiabile a tre camere, monouso, per l’accompagnamento delle contrazioni uterine da utilizzare durante il parto … dispositivo medico innovativo, come prevenzione primaria per minimizzare l’insorgenza di eventi avversi nell’assistenza al parto e al post-partum in modo da ridurre la mortalità e la morbosità materno-feto-neonatale potenzialmente evitabile. Questo presupposto intende riaffermare il ruolo dell’innovazione e della ricerca come elementi indispensabili per garantire l’eccellenza di cura ai cittadini… “Nuovo metodo del parto, il BabyBirth, utilizzato con precise istruzioni cliniche e previo consenso informato, non è da intendere come medicalizzazione del parto naturale, ma come necessaria manovra di rimodulazione e di razionalizzazione dei servizi per il miglioramento e la tutela dei livelli essenziali di assistenza e del sistema universalistico. Viene proposto un nuovo metodo di parto per via vaginale allo scopo di contenere i rischi sanitari aumentando la sicurezza del parto per via vaginale nonché di regolamentare e uniformare le procedure per la qualità dei dati”..

“Ma quali sono gli studi che dimostrano l’efficacia del dispositivo?”, domanda Syrio. “Già viene sottolineato da Vicario , essi .. ‘emergono dalla puntuale disamina della letteratura, realizzata sull’argomento, dalla Dott. ssa Serena Donati e da quanto pubblicato sul tema dal Dott. Vittorio Basevi in un post sulla pagina FB di SaPeRiDoc’. Di fatto l’unico studio1 che sembra confermare l’efficacia della cintura è firmato Acanfora L, Rampon M, Filippeschi M, Marchi M, Montisci M, Viel G, Cosmi E. Si rileva che la sperimentazione condotta dai ricercatori italiani include 80 donne .. “mostrando risultati decisamente migliori nel caso di utilizzo della cintura Baby-guard: meno lacerazioni cervicali e perineali, minor ricorso alla manovra di Kristeller, alla ventosa e al taglio cesareo, meno ricoveri dei neonati in terapia intensiva neonatale, minor fatica fisica e psicologica, durata più breve della fase espulsiva. Vi sono invece studi che traggono conclusioni opposte: un trial inglese del 19992 condotto su 500 donne al primo parto, con gravidanza fisiologica a termine e feto in posizione cefalica. Metà delle donne aveva utilizzato una cintura ostetrica gonfiabile durante la fase espulsiva e l’altra metà nulla. Dallo studio non è emersa alcuna differenza tra i due gruppi per quanto riguarda il numero di parti strumentali, lacerazioni del perineo ed episiotomie. Un risultato analogo viene da uno studio coreano del 20093, su un campione di 123 donne sempre suddivise in due gruppi (con e senza cintura): nessuna differenza negli esiti perinatali, ma solo una durata inferiore della fase espulsiva nel gruppo con cintura (41 minuti versus 62). Stessi risultati confermati sempre in uno studio coreano del 20134. Inoltre dalle conclusioni di una revisione sistematica di Verheijen EC, Raven JH, Hofmeyr GJ “Fundal pressure during the second stage of labour” pubblicata sulla “The Cochrane Library”, nel 2009 emerge che non vi sono studi sufficienti per affermare l’utilità della cintura gonfiabile della pratica clinica nel secondo stadio del travaglio”.

La presidente di Syrio, Miriam Guana, esprime dunque la disponibilità della Società agli on. Binetti e Di Biagio “al fine di fornire un proprio contributo nella definizione di percorsi assistenziali garanti di un parto normale e sicuro e graditi dalla donna e dalla coppia, rispettosi di un’assistenza one to one e basati su un modello di continuità delle cure. Ma pure condividere proposte di formazione professionale dell’ostetrica, rilevato che è un tema che sta a cuore all’on. Binetti. Infatti tra i soci di questa società scientifica, vi sono ostetriche con esperienza consolidata in tale ambito (università e SSN) e pertanto da considerare possibili risorse strategiche anche per i nostri rappresentanti politici. Da ricordare - conclude Guana - che l’ostetrica è abilitata a prendersi cura, in autonoma, della donna e del feto/neonato nella gravidanza, nel travaglio/parto e puerperio fisiologici”.

Fonti bibliografiche

1. Acanfora L1, Rampon M, Filippeschi M, Marchi M, Montisci M, Viel G, Cosmi E. An inflatable ergonomic 3-chamber fundal pressure belt to assist vaginal delivery. Int J Gynaecol Obstet. 2013 Jan;120(1):78-81. doi: 10.1016/j.ijgo.2012.07.025. Epub 2012 Oct 16. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23083494
 
2. Cox J1, Cotzias CS, Siakpere O, Osuagwu FI, Holmes EP, Paterson-Brown S. Does an inflatable obstetric belt facilitate spontaneous vaginal delivery in nulliparae with epidural analgesia? Br J Obstet Gynaecol. 1999 Dec;106(12):1280-6.

3. Jin Hee Kang,1 Gun Ho Lee,1 Young Bae Park,2 Hye Sun Jun,1 Kyoung Jin Lee,1 Won Bo Hahn,1 Sang Won Park,1 Hee Jin Park,1 and Dong Hyun Cha 1 The Efficacy and Safety of Inflatable Obstetric Belts for Management of the Second Stage of Labor See comment in PubMed Commons belowKorean Med Sci. 2009 Oct; 24(5): 951–955. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2752783/

4. Kim JW1, Kim YH, Cho HY, Shin HY, Shin JC, Choi SK, Lee KY, Song JE, Lee PR. “The effect of inflatable obstetric belts in nulliparous pregnant women receiving patient-controlled epidural analgesia during the second stage of labor. J Matern Fetal Neonatal Med. 2013 Nov;26(16):1623-7. doi: 10.3109/14767058.2013.789851. Epub 2013 May 9.” http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23528153

5. Verheijen EC, Raven JH, Hofmeyr GJ Fundal pressure during the second stage of labour (Review) The Cochrane Collaboration and published in The Cochrane Library 2009, Issue 4 http://www.cochrane.org/CD006067/PREG_fundal-pressure-during-the-second-stage-of-labour-for-improving-maternal-and-fetal-outcomes

 

17 marzo 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy