Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 18 SETTEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Giornata Mondiale Diabete. Nel mondo 371 milioni di malati. Saranno 500 nel 2030. E alle 16:14 di oggi via alla campagna sul web 

La malattia rappresenta di sicuro una delle maggiori sfide di salute e sviluppo del 21esimo secolo ed oggi è il quarto e ultimo anno del quadriennio di World Diabetes Day dedicato a prevenzione ed educazione sul diabete. Chiamato a raccolta il mondo del web per raggiungere quante più persone possibile. Per questo oggi pomeriggio chi aderisce alla campagna può pubblicare tramite Facebook, Twitter o Tumblr sul suo profilo il messaggio sulla Giornata Mondiale.

14 NOV - 16.14 ora italiana. Questo il momento in cui oggi pomeriggio – in occasione della Giornata Mondiale contro il Diabete – scoccherà l'ora X e chiunque avrà aderito tramite il sito Thunderclap, via Facebook, Twitter o Tumblr, condividerà nello stesso istante lo stesso messaggio a sostegno della campagna di informazione: “Garantisco il mio supporto al World Diabetes Day, perché ancora milioni di persone nel mondo non hanno l'assistenza di cui hanno bisogno”. L'iniziativa è stata lanciata dalla International Diabetes Federation, la stessa organizzazione mondiale che insieme all'Oms ha lanciato nel 1991 per la prima volta al mondo la Giornata, e per partecipare basta cliccare i link sulla pagina web apposita (QUI), dare l'approvazione per la pubblicazione e il resto lo fa Thunderclap, che lancerà contemporaneamente il messaggio dai profili di chi avrà dato l'ok.

Questa edizione 2013 del World Diabetes Day è la quinta e ultima della campagna quadriennale 2009-2013 a tema “prevenzione ed educazione sul diabete”.

La malattia rappresenta di sicuro una delle maggiori sfide di salute e sviluppo del 21esimo secolo. Al momento sono 371 milioni le persone che convivono col diabete, e altri 280 milioni sono ad alto rischio di svilupparlo: ci si aspetta che entro il 2030 saranno mezzo miliardo i pazienti in tutto il mondo. Sia diabete che le sue complicazioni sono però largamente prevenibili, ed esistono prove che possono essere fatti dalle istituzioni interventi anche a basso costo per ridurre i rischi dell'epidemia. Tuttavia, tutti devono impegnarsi a farlo.
Ed ecco perché il titolo della campagna 2013 è “Diabete: proteggiamo il nostro futuro”: l'iniziativa mira a promuovere l'impegno delle comunità locali nella disseminazione di semplici regole e informazioni sulla malattia e organizzare attività che rafforzino i metodi per riconoscere i primi segni del diabete e le persone a rischio.
 
I principali messaggi della campagna – scelti dall'International Diabetes Federation sono quattro:
- tra le nazioni più popolate del mondo c'è anche il diabete: terza in ordine di “abitanti” dopo Cina e India, e prima di Stati Uniti e Brasile;
- un malato di diabete su due non sa di averlo: tu sei a rischio?
- è importante conoscere le complicazioni più comuni;
- è importante non discriminare i diabetici. 

14 novembre 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy