Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 24 SETTEMBRE 2018
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Gli ultimi dati Ocse: spesa sanitaria italiana in media come incidenza sul Pil (8,9% pubblica + privata). Ma a livello di spesa pro capite scendiamo al 20° posto con ben 527 dollari in meno rispetto alla media degli altri Paesi

Gli ultimi dati dell'Ocse pubblicati ieri, relativi al 2017, ci fotografano nella media in termini di incidenza sul Pil ma confermano il gap reale in termini di spesa procapite ponderata, sia nel pubblico che nel privato. A livello di spesa pubblica la differenza con gli altri Paesi Ocse è di 305 dollari (noi spendiamo 2.622 dollari contro la media di 2.927) collocandoci al 19° posto. Mentre a livello di spesa privata siamo al 16° posto con una spesa procapite di quasi 920 dollari contro una media di 961. IL REPORT OCSE

29 GIU - Nel 2017 l'Italia ha fatto registrare una spesa sanitaria, pubblica e privata, rispetto al Pil dell'8,9%, in linea rispetto alla media Ocse. Al primo posto troviamo gli Stati Uniti con il 17,2%, a seguire la Francia con l'11,5%. Il dato italiano resta stabile rispetto a quello già registrato nel 2016. Questo uno dei dati emersi dalle nuove statistiche pubblicate ieri dall'Ocse.
 


 
La spesa sanitaria totale (pubblica e privata) italiana è invece più bassa a livello pro capite rispetto alla media Ocse. Si ferma, infatti, a 3.541,7 dollari rispetto ad una media di 4.068,8 dollari, ponendoci al 20° posto in classifica. Al vertice troviamo gli Stati Uniti con 110.209,4 dollari, seguono con un notevole distacco la Svizzera (8.009,2) ed il Lussemburgo (7.048,9).
 

 
 
Passando ad analizzare la sola spesa sanitaria pubblica e la sua incidenza rispetto al Pil, quella italiana è del 6,6%. Dato al di sopra della media Ocse del 6,4%. Un dato da tenere a mente alla luce delle fake news sulla presunta soglia limite del 6,5% in rapporto al Pil, talvolta attribuite all'Oms altre proprio all'Ocse, che sono circolate in questi mesi. Una spesa in ogni caso ben inferiore rispetto a quella fatta registrare da altri Paesi UE quali, ad esempio, la Germania (9,6%), la Francia (9,5%) e la Svezia (9,1%).
 

 


Quanto alla spesa pubblica pro capite a parità di potere d'acquisto, in Italia questa ammonta a 2.622 dollari e ci pone al 19° posto in classifica (senza contare gli USA). La media Ocse è di 2.927,2 dollari. Nel report si segnala comunque come solo nel 2017 la spesa pro capite di Italia, Spagna e Portogallo sia tornata a livelli pre crisi.
 
 
 

 
La spesa sanitaria privata rispetto al Pil, nel 2017, vede invece l'Italia al 2,3%. Un dato in linea rispetto al 2016 e di poco superiore rispetto ad una media Ocse del 2,2%. In cima alla classifica troviamo la Svizzera con il 4,6%, poi a seguire con il 3,2% Grecia, Cile e Corea.
 

 

Infine, la spesa privata pro capite a parità di potere d'acquisto. Per l'Italia ammonta a 919,8 dollari (16° posto in classifica, sempre senza contare gli Usa), inferiore di 41,3 dollari rispetto alla media Ocse di 961,1 dollari. In ogni caso, rispetto al 2016, si rileva una crescita (875,7). Anche stavolta la quota di spesa maggiore è sempre appannaggio della Svizzera con 2.978,8 dollari, seguita a distanza da Irlanda (1.492,4) e Canada (1.444,3).
 

 

Giovanni Rodriquez

29 giugno 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy